Riduzione significativa dei tempi di backup grazie alla deframmentazione completamente automati

9 Luglio 2009, di Redazione Wall Street Italia

Per certe professioni il tempo è molto importante. I tempi dedicati al backup del sistema informatico è un esempio di intervallo di tempo irrinunciabile. Poiché oggigiorno i computer sono quasi sempre in funzione, di solito si prevede un determinato numero di ore da dedicare al backup. Se il backup si arresta o è notevolmente lento, due sono le scelte possibili: ritardare o rallentare l’accesso ai sistemi essenziali mentre il backup si conclude oppure tralasciarlo completamente fino alla prossima occasione. Nessuna delle due opzioni è ottimale, ma è preferibile la prima; i dati aziendali sono preziosi e non possono essere messi a rischio da un fallimento del backup. Molto dannoso per il backup è la frammentazione dei file. Si tratta di una semplice equazione matematica, se un file è molto frammentato, il programma di backup deve accedere a ogni frammento per salvarlo. Una deframmentazione periodica o programmata è sempre meglio di niente, perché tra due eventi di deframmentazione, la frammentazione prosegue continuando a rallentare considerevolmente il backup. L’unica vera chiave di volta per un backup ad alta prestazione è la soluzione di deframmentazione di Diskeeper®, grazie alla quale i dischi e i file vengono costantemente mantenuti in uno stato privo di frammentazione. “Il maggiore vantaggio che abbiamo ottenuto da Diskeeper è la velocità di backup dei dati sull’unità SAN” ha dichiarato Jim McGuire, Information Technology, BPA Worldwid. “Una delle nostre unità contiene 800GB di dati, ci sono volute 72 ore per eseguire il backup. Abbiamo lasciato Diskeeper in funzione e dopo un mese abbiamo iniziato a vedere risultati tangibili. Attualmente siamo al di sotto delle 47 ore, 72 erano davvero molte. Contenendo il processo in 47 ore, è possibile eseguire la manutenzione nel finesettimana.” “Impiegavamo solitamente 25 ore per eseguire il backup settimanale dei nostri server Domino”, ha affermato Jimmy Beltran, Lotus Notes Administrator insieme a SandvikSIT Americas. “Utilizzando Diskeeper, siamo riusciti a ridurre i tempi di backup a meno di 9 ore. Attivando la funzione di deframmentazione automatica, abbiamo migliorato la prestazione dei dischi su sistemi di produzione attivi senza alcun impatto sugli utenti…salvo un aumento delle prestazioni.” Diskeeper utilizzato a livello aziendale significa non dover mai più rinunciare al tempo da dedicare al backup. Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Diskeeper Corporation EuropeAntonina Crimi, +44 (0) 1342327477a.crimi@diskeeper.co.uk