Richemont riporta gioielli di Buccellati in Europa

27 Settembre 2019, di Mariangela Tessa

Il gioielli di Buccellati tornano in Europa. A due anni dalla sua cessione ai cinesi di Gangtai Holding , il gruppo del lusso svizzero Richemont, che fa capo al miliardario Johann Rupert, ha comunicato oggi di aver acquistato la gioielleria italiana, senza  tuttavia rivelare l’importo della transazione. L’acquisizione – sottolinea Richemont in una nota –  non avrà alcun impatto significativo sul patrimonio netto consolidato o sul reddito operativo per l’anno in corso.

“Buccellati – ha dichiarato Rupert che è anche presidente di Richemont – è una delle poche case nel dinamico mercato della gioielleria complementare alle nostre maison di gioielli, in termini di stile, origini e artigianato”

“Siamo orgogliosi – gli ha fatto eco Andrea Buccellati, presidente onorario e direttore creativo della casa – di unirci a Richemont, un gruppo familiare con prestigiose maison di lusso e una competenza indiscussa nella gioielleria”.

Proprietario delle case Cartier e Van Cleef & Arpels, il gruppo Richemont, rivale dell’altro grande gruppo francese del lusso, Lvmh, leader del settore, genera metà del suo fatturato proprio dal settore gioielleria.

Fondata nel 1919, Buccellati è passata nel 2017 sotto il controllo cinese quando Gangtai holding ha acquisito oltre l’85% delle azioni precedentemente detenute dal fondo di investimento Clessidra e dalla famiglia Buccellati.