Ricercatori Usa e tedeschi rivelano la data esatta della morte di Cristo

29 Maggio 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Geologi americani e tedeschi affermano di aver scoperto la data esatta della morte di Cristo. Secondo il report, pubblicato in settimana nella rivista accademica, gli scienziati dichiarano che la crocifissione e’ avvenuta in data venerdì 3 aprile dell’anno 33.

Jefferson Williams, del U.S. Supersonic Geophysical, insieme a due colleghi tedeschi, Markus Schwab e Achim Brauer, avrebbero analizzato l’attività sismica vicino al Mar Morto e le descrizioni dei terremoti nel primo libro del Nuovo Testamento, Il Vangelo secondo Matteo. Nel capitolo 27 si legge infatti: “e la terra tremò”.

Gli scienziati, che hanno scoperto i segnali dei due terremoti attraverso campioni di terreno nel Mar Morto, hanno detto che il più recente si è verificato tra l’anno 26 e 36, al tempo in cui Ponzio Pilato era Governatore della Giudea, e i quattro Vangeli annunciavano la crocifissione di Gesù.

Combinando una serie di eventi tratti dal calendario ebraico, i Vangeli e dai dati astronomici, i ricercatori sono riusciti a confermare la data della crocifissione con una certa precisione, datandola 3 aprile dell’anno 33.