Ricerca sui paesi democratici: l’Italia latita

2 Febbraio 2011, di Redazione Wall Street Italia

Il paese piu’ democratico dell’Europa occidentale? La Danimarca seguita da Finlandia e Belgio. Francia e Regno Unito mostrano invece qualche lacuna, piu’ dell’Italia che comunque non si sa distinguere affatto. E’ quanto emerso da uno studio finanziato dalla Germania e realizzato congiuntamente dall’Universita’ di Zurigo e dal Social Science Research Center Berlin (WZB) e ripreso dall’edizione online di Spiegel.

Il “barometro della democrazia” nasca da un’analisi condotta tra 1995 e 2005 e mira a capire quanto 30 democrazie affermate sappiano davvero implementare i principi di liberta’ ed equalita’. Nella classifica generale l’Italia riesce a piazzarsi solo al 22esimo posto. A frenare la performance del nostro paese -sostiene lo studio – la limitata liberta’ di stampa. Londra e Parigi rispettivamente al 26esimo e 27esimo gradino. Sul fondo Costa Rica anticipata da Sud Africa e Polonia.

Lo stato guidato da Angela Merkel si posiziona all’11esimo posto, dietro agli Usa, grazie al discreto numero di donne presenti in Parlamento e alla netta separazioni tra i poteri dello Stato. La cattiva performance del paese di Sua Maesta’ e’ invece dovuta a sistema elettorale che potrebbe non rispecchiare la volonta’ popolare, sistema dei media troppo legato agli interessi privati e scarsa fiducia della popolazione nei confronti della polizia. Il numero limitato di partiti politici in Parlamento penalizza invece la nazione guidata da Sarkozy.