Rialzo nel preborsa a New York

10 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

A un’ora e mezzo dall’avvio delle contrattazioni i futures Usa viaggiano in territorio positivo, (vedi quotazioni a fondo pagina), lasciando intendere un avvio con il piede giusto: il tentativo di rimbalzando dalla frenata dell’ultima ora di contrattazioni di ieri dimostra la voglia di seguire l’andamento positivo delle piazze europee.

BoE e Bce hanno come da attese lasciato invariato il costo del denaro, rispettivamente allo 0.5% e all’1%. L’attenzione resta sulle parole del numero uno della banca centrale europea Trichet e delle eventuali indicazioni che arriveranno sulla condizione di alcuni paesi in difficolta’ e sull’acquisto di bond.

I dati sul Pil del Giappone, quelli sulla disoccupazione australiana e sull’export della Cina, hanno confortato gli investitori e permesso alle Borse di cambiare passo rispetto all’avvio debole della mattinata mentre gli spread sui titoli di stato dell’Eurozona si sono ridotti e l’euro e’ in ripresa sul dollaro.

Per proteggere il tuo patrimonio, segui INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.86 euro al giorno, provalo ora!

Negli Stati Uniti, si guarda ancora a BP dopo che ieri era scesa ai minimi di 14 anni sui timori di una sospensione del dividendo. Da monitorare i semiconduttori dopo che Gartner ha comunicato che la spesa globale crescera’ nel 2010 piu’ del previsto (+113%) ma si fermera’ nel 2011 (+6.6%).

Sul fronte macro, fari puntati sulle richieste settimanali di sussidi di disoccupazione e alla bilancia commerciale (alle 14:30 ora italiana).

Sugli altri mercati, nel comparto energetico le quotazioni del greggio segnano un guadagno. I futures con consegna luglio avanzano di $0.69 attestandosi a quota $75.07 al barile (+0.48%). Sul valutario la moneta unica quota $1.2036 (+0.48%). L’oro cede $4.40 in area $1225.50. Quanto ai Treasury, il rendimento sul benchmark decennale si trova al 3.21% dal al 3.1870% di ieri.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 segna +10.57 punti (+1.01%) a 1066.20.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna un incremento di 13 punti a 1795.25 (+0.73%).

Il contratto sull’indice Dow Jones scambia in rialzo di 78 punti (+0.79%) a quota 9981.