Restano al palo le borse europee

27 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Non si schiodano dalla parità le principali borse europee, mostrandosi in perfetta sintonia con i futures Usa. Cresce l’attesa per la revisione del PIL americano e per il discorso del numero uno della Federal Reserve, Ben Bernanke, in seno al meeting annuale della Fed. Intanto dall’Europa sono giunte notizie positive per la Gran Bretagna. Il Pil del Regno Unito è stato rivisto al rialzo, con un balzo che non si vedeva da nove anni. La variazione del Prodotto interno lordo inglese relativo al secondo trimestre dell’anno ha mostrato un progresso superiore rispetto a quanto anticipato dalla stima preliminare. Dal +1,1% si è passati, infatti, al +1,2% su base trimestrale (+0,3% nel 1° trim) mentre su anno il PIL ha segnato una progresso dell’1,7% rispetto +1,6% della stima fornita in precedenza (-0,2% nel 1° trim). Tale dato conferma l’accelerazione della ripresa economica inglese nella prima parte dell’anno ma molti economisti temono che l’indebolimento dell’economia mondiale e le politiche fiscali della Gran Bretagna possano minare la crescita nel 2011. Attorno alle 11.30, Bruxelles mostra una limatura dello 0,19%, Zurigo dello 0,18%, Parigi e Amsterdam dello 0,34%, Francoforte dello 0,07%, Londra dello 0,16% e Madrid dello 0,22%.