Resta depresso l’euro, si attende disoccupazione Usa

4 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Si conferma debole l’euro nelle primissime ore della mattinata, dopo la debacle di ieri sull’aumento dell’avversione al rischio da parte degli investitori a seguito dei dati statunitensi inferiori alle attese del mercato. Si attende con ansia la diffusione delle statistiche sul mercato del lavoro Usa di maggio, che dovrebbero registrare un forte incremento di circa 500 mila unità a seguito di una valanga di assunzioni temporanee mentre il tasso potrebbe scendere al 9,8%. Occhi puntati anche sul G20, incontro fra i Ministri delle finanze ed i Governatori delle banche centrali, che si tiene in Corea del Sud. In Europa si guarderà invece alla diffusione del Pil 1° trimestre 1^ release. Il cross eur/usd si porta sui livelli più bassi degli ultimi quattro anni a 1,218.