Resoconto Staples, Inc. per il secondo trimestre Inclusi i risultati di Corporate Express di lu

3 Settembre 2008, di Redazione Wall Street Italia

Staples, Inc. (Nasdaq: SPLS) ha annunciato oggi i risultati del secondo trimestre, chiuso il 2 agosto 2008, inclusi quelli di Corporate Express al luglio 2008. Rispetto al secondo trimestre 2007, le vendite della società sono aumentate del 18% fino a quota 5,1 miliardi di dollari. Il reddito netto yoy è sceso del 16% toccando i 150 milioni di dollari, mentre l’utile per azione, su base diluita, è sceso del 16% passando da 0,25 dollari del secondo trimestre dello scorso anno a 0,21 dollari. Escludendo l’impatto di Corporate Express, le vendite del secondo trimestre hanno fatto segnare un +3% (4,4 miliardi di dollari) mentre l’utile per azione, su base diluita, ha perso il 16% arrivando a 0,21 dollari. Il fatturato di North American Retail ha perso 1 punto percentuale nel secondo trimestre e, a perimetro di punti vendita comparabile, ha perso il 7% rispetto al 2007, riflettendo un certo calo del traffico clienti e del volume medio degli ordini, oltre che una certa debolezza del settore arredamenti, PC desktop, stampanti e fotocamere digitali parzialmente controbilanciato dal dinamismo delle vendite di laptop, inchiostri e servizi tecnologici. Includendo i 355 milioni di dollari di vendite di Corporate Express al luglio 2008, il fatturato di North American Delivery è progredito del 25% toccando quota 2,0 miliardi di dollari. Escludendo invece il contributo di Corporate Express, il fatturato di North American Delivery ha fatto segnare un +2% toccando 1,6 miliardi di dollari nel secondo trimestre, indice di un’ottima acquisizione e fidelizzazione dei clienti su cui però ha influito negativamente una minore propensione alla spesa dei clienti esistenti, soprattutto per tipologie di prodotti durevoli come l’arredamento. Includendo i 318 milioni di dollari di vendite di Corporate Express al luglio 2008, il fatturato internazionale è progredito del 69% toccando quota 1,0 miliardi di dollari. Escludendo invece il contributo di Corporate Express, le vendite internazionali hanno fatto segnare un +17% in dollari USA e un +6% in valuta locale rispetto al 2007. Durante il secondo trimestre del 2008, il fatturato in Europa a perimetro comparabile ha subito gli effetti di una diminuzione del traffico clienti e del volume degli ordini con un calo del 7% rispetto allo stesso periodo del 2007. “Siamo orgogliosi della capacità e della dedizione dei nostri team anche in contesti economici difficili e impegnativi”, ha dichiarato Ron Sargent, Chairman e CEO di Staples. “Siamo ottimisti per il futuro di ciascuna delle nostre tre entità aziendali. Siamo anche in fermento per la possibilità di offrire un valore immediato ai nostri azionisti grazie all’integrazione di Corporate Express in North American Delivery; ci stiamo impegnando a fondo per migliorare la produttività dei punti vendita di North American Retail e per consolidare le nostre fondamenta nei mercati internazionali per una crescita duratura nel lungo termine “. Il secondo trimestre è stato caratterizzato dai seguenti risultati. Livello aziendale globale Completamento dell’acquisizione di Corporate Express. Vendite del secondo trimestre a quota 5,1 miliardi di dollari, inclusi i 673 milioni di dollari di Corporate Express al luglio 2008. Reddito operativo totale in calo di 170 punti base fino a 4,84% rispetto al secondo trimestre 2007. Escludendo il contributo di Corporate Express, il reddito operativo è sceso di 127 punti base fino a 5,27%, in particolare a causa di una compressione dei margini dell’attività North American Retail. Apertura di 35 punti vendita, chiusura di 5 punti vendita e acquisizione di 65 punti vendita a livello globale a seguito dell’acquisizione di Corporate Express; alla fine del secondo trimestre il totale dei punti vendita è di 2.171 negozi. In termini di flusso di cassa disponibile, da inizio anno, la società ha generato 19 milioni di dollari a fronte di 169 milioni di dollari di spese in conto capitale. Nello stesso periodo del 2007, il flusso di cassa disponibile era di 1 milione di dollari. North American Retail Vendite pari a 2,1 miliardi di dollari. Rispetto allo stesso periodo del 2007 il reddito operativo ha perso 213 punti base scendendo a 5,29%. Questo calo riflette un deleveraging in termini di canoni di locazione e manodopera malgrado una politica di stretto controllo delle spese variabili e un leggero aumento del margine del prodotto. La soddisfazione del cliente ha raggiunto livelli mai così elevati. Apertura di 28 punti vendita, chiusura di un punto vendita e acquisizione di due punti vendita canadesi a seguito dell’acquisizione di Corporate Express; alla fine del secondo trimestre il totale dei punti vendita in Nord America è di 1.802 negozi. Le scorte medie per punto vendita sono diminuite del 14 percento. North American Delivery Vendite del secondo trimestre a quota 2,0 miliardi di dollari, inclusi i 355 milioni di dollari di Corporate Express al luglio 2008. Calo di 183 punti base del reddito operativo fino a quota 8,83% rispetto allo stesso periodo del 2007. Escludendo Corporate Express, il reddito operativo ha perso 11 punti base fermandosi a 10,55% rispetto allo stesso periodo del 2007. I call center della divisione Contract e di Staples Business Delivery sono stati premiati da J.D. Power and Associates per l’eccellenza del servizio assistenza clienti. Attività internazionali Vendite del secondo trimestre a quota 1,0 miliardi di dollari, inclusi i 318 milioni di dollari di Corporate Express al luglio 2008. Progressione di 73 punti base del reddito operativo (1,46%) rispetto allo stesso periodo del 2007. Escludendo Corporate Express, il reddito operativo ha perso 1 punto base scendendo così a quota 0,72% rispetto allo stesso periodo del 2007. Apertura di 3 punti vendita in Portogallo e acquisizione di 63 punti vendita in Europa a seguito dell’acquisizione di Corporate Express; alla fine del secondo trimestre il totale dei punti vendita è di 337 negozi in Europa e 31 in Cina. Eccellenti i risultati della Cina, con vendite quasi raddoppiate rispetto al secondo trimestre dell’anno precedente. Apertura in Argentina del primo punto vendita al dettaglio dell’America Latina. Istituzione della nuova carica di Presidente attività Internazionali affidata a Peter Ventress, ex CEO di Corporate Express. Scenario Staples mantiene la stessa impostazione annunciata il 19 agosto 2008. Su base GAAP, includendo il leggero contributo di Corporate Express, Staples prevede un aumento contenuto a una cifra dell’utile per azione sull’intero anno, rispetto all’1,38 dollari del 2007. A seguito dell’acquisizione di Corporate Express, l’azienda si aspetta un incremento delle sinergie globali su base triennale valutabili dai 200 ai 300 milioni di dollari. Secondo le stime, il costo incrementale degli interessi supererà i 100 milioni di dollari per la seconda metà del 2008. Le previsioni preliminari dell’azienda sull’ammortamento dei beni immateriali per il suddetto periodo oscillerà tra i 50 e i 70 milioni di dollari. L’azienda prevede che queste spese raddoppieranno nel 2009. Inoltre, Staples ritiene che il costo dell’integrazione e ristrutturazione sarà compreso tra i 30 e i 40 milioni di dollari nella seconda metà del 2008 e tra 50 e 70 milioni di dollari nel 2009. Per quanto concerne l’attività precedente all’acquisizione, le previsioni di Staples per il 2008 indicano una crescita moderata ad una cifra. Su base non GAAP, l’utile per azione su base diluita dovrebbe rimanere stabile per il 2008. Questo esclude da un lato l’impatto precedentemente annunciato sugli utili del 2007 dell’onere di 38 milioni di dollari ante imposte relativo all’azione legale collettiva su salari e orario di lavoro chiusa in California e, dall’altro, quello dell’acquisizione di Corporate Express. Nel breve termine, Staples intende generare un flusso di cassa destinato al rimborso dei debiti a breve decorrenza; pertanto non è in programma alcun riacquisto di azioni. Presentazione di informazioni non GAAP Questo comunicato presenta alcuni risultati con e senza l’impatto di Corporate Express al mese di luglio 2008. La presentazione dei risultati che escludono questi elementi è costituita da misure finanziarie non GAAP che dovrebbero essere considerate come aggiuntive e non come sostitutive o aventi la priorità rispetto alla presentazione dei risultati determinati su base GAAP. Il management ritiene che le valutazioni finanziarie non GAAP presentate in questo comunicato stampa forniscano una base di confronto più significativa delle performance aziendali di un anno rispetto all’altro. Il management utilizza inoltre queste informazioni finanziarie non GAAP per valutare i risultati prima dell’acquisizione rispetto a quelli dell’anno precedente e per confrontarli con il piano operativo. Conference Call in data odierna In data odierna, alle ore 8.00 (ora della costa orientale) la società terrà una conference call per l’analisi dei risultati e delle prospettive. Gli investitori potranno ascoltare all’indirizzo http://investor.staples.com. Informazioni su Staples Staples, la più grande azienda mondiale di forniture per ufficio, si pone l’obiettivo di semplificare le procedure di acquisto dei propri prodotti, incluse forniture, prodotti tecnologici, arredi e servizi per le aziende. Con un fatturato di 27 miliardi di dollari, Staples serve aziende di ogni dimensione e tipo e consumatori in 27 paesi in Nord e Sud America, Europa, Asia e Australia. Nel mese di luglio 2008, Staples ha acquisito Corporate Express, uno dei leader mondiali nella fornitura di prodotti per ufficio al servizio di aziende ed enti pubblici. Nel 1986 Staples ha inventato il concetto di office superstore e la sua sede si trova alla periferia di Boston. Per ulteriori informazioni su Staples (Nasdaq: SPLS) visitare il sito www.staples.com. Certain information contained in this news release constitutes forward-looking statements for purposes of the safe harbor provisions of The Private Securities Litigation Reform Act of 1995 including, but not limited to, the information set forth under headings that include the words “Outlook” or “Estimates” and other statements regarding our future business and financial performance. Actual results may differ materially from those indicated by such forward-looking statements as a result of risks and uncertainties, including but not limited to: our market is highly competitive and we may not continue to compete successfully; economic conditions may cause a decline in business and consumer spending which could adversely affect our business and financial performance; we may not be able to successfully integrate Corporate Express into our existing operations to realize anticipated benefits and our growth may strain our operations; we may be unable to continue to open new stores and enter new markets successfully; if we are unable to manage our debt, it could materially harm our business and financial condition and restrict our operating flexibility; we may be unable to attract and retain qualified associates; our quarterly operating results are subject to significant fluctuation; our expanding international operations expose us to the unique risks inherent in foreign operations; our business may be adversely affected by the actions of and risks associated with our third party vendors; our expanded offering of proprietary branded products may not improve our financial performance and may expose us to intellectual property and product liability claims; our effective tax rate may fluctuate; our information security may be compromised; various legal proceedings may adversely affect our business and financial performance; and those other factors discussed or referenced in our most recent quarterly report on Form 10-Q filed with the SEC, under the heading “Risk Factors” and elsewhere, and any subsequent periodic or current reports filed by us with the SEC. In addition, any forward-looking statements represent our estimates only as of the date such statements are made (unless another date is indicated) and should not be relied upon as representing our estimates as of any subsequent date. While we may elect to update forward-looking statements at some point in the future, we specifically disclaim any obligation to do so, even if our estimates change.

Contatto media: Paul Capelli/Owen Davis508-253-8530/8468oContatto investitori: Laurel Lefebvre/Chris Powers508-253-4080/4632