Repubblicani fanno causa ad Obama: abuso di poteri

31 Luglio 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Come se non bastassero le guerre in Ucraina, Iraq, Siria e Gaza a innervosire i mercati finanziari, ieri è arrivata una notizia scioccante da Washington.

La Camera dei Rappresentanti a maggioranza Repubblicana ha fatto causa contro il Presidente Obama per abuso di poteri.

Il Presidente, la cui Riforma sanitaria non è mai stata accettata dalla controparte politica, è accusato di eccesso di autoritarismo.

Reuters riporta la vicenda nel dettaglio. La Camera ha approvato il procedimento legale con 225 si e 201 no.

I legali della Camera sono incaricati di preparare la bozza a partire da venerdì. Hanno cinque settimane di tempo.

Nel frattempo Obama non sta con le mani in mano e intende firmare oggi un altro decreto esecutivo sui contractors federali.

I Repubblicani e i Democratici sono da tempo impegnati in una campagna mediatica particolarmente violenta per gli standard Usa, segnata da accuse e retorica da entrambi i fronti.

Le elezioni di mid-term di novembre, che determineranno il controllo del Congresso l’anno prossimo, si avvicinano.

La causa legale ha abusato dei suoi poteri quando ha imposto modifiche unilaterali al testo della riforma sanitaria, l’Affordable Care Act meglio noto sotto il nome di Obamacare.

Da quando è stata approvata, non senza travaglio peraltro (Obama ha dovuto fare diverse concessioni rispetto alla sua idea originaria), sono stati depositati almeno una ventina di dossier che hanno messo in discussione la costituzionalità della legge. In Florida e Virginia le cause hanno anche avuto successo.