Renzi: Pil rivisto al rialzo a +0,9%. “Al massimo farò due mandati”

15 Settembre 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – “L’Italia ha previsto una crescita dello 0,7% nel 2015. Nell’aggiornamento del Def che sarà venerdì in Consiglio dei ministri sarà alzata dallo 0,7 allo 0,9%. Le cose vanno meglio”. E’ quanto ha reso noto il premier Matteo Renzi a Otto e mezzo. “Anche la crescita del 2016 sarà rivista leggermente al rialzo rispetto all’1,4%”.

“La manovra sarà di circa 27 miliardi e non abbiamo da sforare alcun conto: anzi dal prossimo anno scende il debito”. I 27 miliardi, ha aggiunto il presidente del consiglio: “Sono meno tasse e sono tagli; non c’è una tassa che aumenta”. Il premier ha comunque annunciato la digital tax, a partire dal 2016.

Sul suo futuro, Renzi si è così espresso: “Ho detto rottamazione e al massimo farò due mandati. Se vengo eletto la prossima volta poi vado a casa”. E ancora: “Escludo di lasciare la segreteria perché il Pd ha scelto. Come succede in Germania, dove Merkel guida la Cdu, il capo del partito che governa è anche capo del governo. Con tutto il rispetto per D’Alema e per chi considera la mia come la segreteria di un usurpatore, io ho vinto le primarie, il prossimo segretario sarà chi le vincerà la prossima volta”.

Sul tema mafia: “E’ macchiettistica la rappresentazione che intere regioni sono in mano alla criminalità, è uno slogan. L’Italia deve smettere di raccontarsi come qualcosa di totalmente perso”, mentre sugli scandali che hanno travolto Roma: “Marino è il sindaco di Roma e facciamo tutti il tifo perché faccia un buon lavoro così come è normale che tifiamo perché il Comitato olimpico nazionale possa portare a Roma le Olimpiadi 2024. L’Italia ha bisogno di segni di fiducia, non di rancore”.