RENT A WIFE

10 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Bruxelles, 10 apr – “Rent a wife”, recita la pubblicità. E in poche ore ben 25 mila persone hanno accolto l’invito dello spot diffuso dalla tv belga connettendosi con il sito web che promette, appunto, una moglie in affitto. Oltre novemila le diverse opzioni in catalogo, selezionate per età, colore della pelle, attitudini, misure. Garantito anche il diritto di cambiare la “merce” entro 24 ore in caso di insoddisfazione. Grande è stata però (e per fortuna) la delusione della folla di potenziali clienti quando si è scoperto che www.rentawife.be non vende persone in carne e ossa ma semplici dvd e non tutti necessariamente per adulti. La campagna promozionale di Home Entertainment Services voleva essere di forte impatto e c’è riuscita. Ma per le associazioni dei consumatori, che hanno fatto ricorso al giudice, si tratta di pubblicità ingannevole.