Regno Unito: Autogrill sale al 29,9% in Alpha Airp

4 Giugno 2007, di Redazione Wall Street Italia

Autogrill sale al 29,9 per cento circa di Alpha Airports, avendo rilevato fuori mercato da Servair, gruppo Air France, una quota del 17,4 per cento dell’operatore inglese di ristorazione e retail aeroportuale al prezzo unitario di 100 pence in contanti (ex dividendo). Lo dice una nota spiegando che, dopo l’operazione, Servair detiene ancora il 9,1 per cento di Alpha Airports, rispetto alla quale le società hanno siglato una lettera di intenti non vincolante.
L’accordo prevede che Autogrill, guidata da Gilberto Benetton, abbia un periodo di esclusiva fino all’11 giugno prossimo incluso per presentare un’offerta “a un prezzo non inferiore a quello più alto pagato da Autogrill per rilevare azioni di Alpha Airports prima di formalizzare la richiesta d’acquisto per la residua quota di Servair”. Due giorni fa Autogrill ha rilevato il 12,5 per cento della società inglese al prezzo di 95 pence per azione. A Londra ieri il titolo Alpha Airports ha segnato un netto rialzo. Secondo la normativa inglese sulle scalate, se Autogrill presentasse la proposta di acquisto, considerata la quota complessiva di Alpha Airports di cui sarebbe in possesso, sarebbe obbligata a estendere l’offerta a tutti gli altri azionisti di Alpha Airports. In base alla lettera di intenti Servair non è obbligata a vendere ad Autogrill le azioni rimanenti durante il periodo di esclusiva.
Secondo il “city code of takeovres and mergers”, nonostante il periodo di esclusiva, Sevair può accettare un’offerta per l’intera quota residua o impegnarsi ad accettare un’offerta analoga. Come già comunicato, Autogrill ricorda nella nota che “sta attualmente esaminando una serie di opzioni, inclusa la possibilità o meno di presentare un’offerta cash sull’intero capitale sociale di Alpha Airports”. Pertanto, “al momento non sussiste alcuna certezza sul lancio di un’eventuale offerta”, conclude il comunicato.