Recordati, nel 2009 crescono ricavi e utili

11 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Recordati ha chiuso il 2009 con ricavi consolidati, pari a ? 747,5 milioni, in incremento dell’8,4% rispetto all’anno precedente. L’utile operativo è pari a ? 162,2 milioni, in incremento del 12,1% rispetto all’anno precedente, con un’incidenza sui ricavi del 21,7%. Mentre l’utile netto, pari a ? 110,6 milioni (+10,1%), cresce in misura inferiore alla redditività operativa per la svalutazione prudenziale della partecipazione nella società statunitense PureTech Ventures LLC – specializzata in investimenti in società start-up dedicate a nuove terapie, dispositivi medici e nuove tecnologie di ricerca – per adeguarla al valore del patrimonio netto corrispondente. La posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2009 evidenzia un debito netto di ? 19,7 milioni, in riduzione di ? 61,3 milioni rispetto al 31 dicembre 2008 nonostante l’esborso per l’acquisizione della società farmaceutica ceca Herbacos-Bofarma a fine gennaio e la distribuzione di dividendi per ? 49,3 milioni nel mese di aprile. “Il 2009 è stato caratterizzato dalla crescita dei ricavi e degli utili e da importanti iniziative per lo sviluppo futuro del nostro Gruppo” ha dichiarato Giovanni Recordati, Presidente e Amministratore Delegato. “Sono stati innanzitutto siglati importanti accordi di licenza con primarie società farmaceutiche per la commercializzazione di silodosina, nuovo farmaco indicato per il trattamento dei sintomi dell’iperplasia prostatica benigna (IPB), appena approvato dalla Commissione Europea per la commercializzazione in Europa. È inoltre proseguito il lancio in nuovi mercati della nostra nuova specialità farmaceutica per il trattamento dell’ipertensione, l’associazione fissa di lercanidipina con enalapril. Il nostro nuovo prodotto è ormai commercializzato in 13 paesi. Prosegue infine positivamente l’iter registrativo negli Stati Uniti di Carbaglu®, per il quale si prevede di ricevere l’approvazione nel corso del 2010. La nostra eccellente posizione finanziaria,” ha proseguito Giovanni Recordati, “permette, anche nel 2010, di continuare nella nostra strategia di espansione, sia attraverso l’acquisizione di nuovi prodotti, sia nell’acquisizione di presenze in nuovi mercati. Per quanto riguarda i risultati economici dell’esercizio in corso, il 2010 risentirà della concorrenza dei generici della lercanidipina il cui brevetto è scaduto nel mese di gennaio. Prevediamo quindi di realizzare ricavi di circa ? 700 milioni, un utile operativo di circa ? 140 milioni e un utile netto di circa ? 95 milioni, sostanzialmente in linea con le previsioni già annunciate a dicembre 2008.”