RECESSIONE: NON PASSERA’ PRIMA DI META’ 2002

26 Settembre 2001, di Redazione Wall Street Italia

Steven Roach, economista della Morgan Stanley, ha dichiarato in un’intervista che l’impatto del terrorismo sull’ economia americana non ha ancora dispiegato totalmente i suoi effetti negativi, e che la recessione e’ destinata quindi ad approfondirsi, sia negli Stati Uniti che nel resto del mondo.

Secondo Roach la recessione, che e’ la quinta per gli Usa dal 1970, non passera’ prima di meta’ del 2002. Ma nel frattempo l’America, e l’intera economia globale, dovranno fare i conti con un calo di fiducia dei consumatori, discesa dei prezzi in borsa, calo dei profitti delle aziende.

Il pacchetto di stimolo economico-fiscale del governo Usa, appoggiato anche dal presidente della Federal Reserve Alan Greenspan, “e’ essenziale”, ha detto Roach; ma non servira’ a contenere il calo dei prezzi in borsa e il calo della profittabilita’, servira’ solo in parte ad arginare l’ approfondirsi della recessione.