RCS, riduce il rosso nel primo trimestre

12 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il Consiglio di Amministrazione di RCS MediaGroup, riunitosi in data odierna ha analizzato ed unanimemente approvato i risultati al 31 marzo 2010. Lo si legge in una nota. Il risultato netto di periodo, pari è in rosso per 30,8 milioni, migliorando di 9,9 milioni rispetto alla perdita di 40,7 mln dello scorso esercizio. I ricavi netti consolidati di Gruppo del primo trimestre sono pari a 491,6 milioni, in calo del 4,5% rispetto ai 514,9 milioni dello stesso periodo del 2009. L’ EBITDA pre oneri e proventi non ricorrenti è pari a -7,1 milioni rispsto ai -22,4 nel primo trimestre 2009. L’ EBITDA post oneri e proventi non ricorrenti registra -6,9 milioni rispetto al -11,6 milioni nel pari periodo 2009. Il risultato operativo (EBIT) è pari a -31,5 milioni (-35,6 milioni nel pari periodo 2009) e riflette i fenomeni sopra descritti. Gli oneri finanziari netti risultano pari a 8,9 milioni (10,7 milioni nel primo trimestre 2009), principalmente grazie a minori interessi passivi su finanziamenti e debiti verso banche. Il decremento pari a 1,8 milioni è prevalentemente correlato alla riduzione dei tassi di interesse di mercato e parzialmente compensato dagli oneri relativi alla copertura del rischio tasso. Il Piano di Interventi ha portato nel primo trimestre ulteriori benefici per 19,3 milioni, che – sommati ai 158,7 milioni del 2009, portano al raggiungimento del’89% del target originario (200 milioni).