Ratti, ok Consob a pubblicazione prospetto informativo

3 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Ratti, comunica che in data odierna CONSOB ha rilasciato l’autorizzazione alla pubblicazione del Prospetto Informativo relativo all’offerta in opzione agli azionisti di n. 39.000.000 azioni ordinarie Ratti S.p.A. da emettersi nell’ambito dell’aumento di capitale in opzione ai sensi dell’articolo 2441, comma 1, del codice civile, e all’ammissione a quotazione sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. di n. 221.500.000 azioni ordinarie Ratti S.p.A. comprensive delle azioni oggetto dell’offerta in opzione nonché delle n. 182.500.000 azioni ordinarie Ratti S.p.A., emesse nell’ambito di un aumento di capitale con esclusione del diritto di opzione ai sensi dell’articolo 2441, comma 5 del codice civile, rivenienti dagli aumenti di capitale deliberati dall’assemblea straordinaria di Ratti S.p.A. del 23 dicembre 2009. L’Aumento di Capitale in Opzione consiste in un aumento del capitale sociale a pagamento in forma inscindibile per un importo complessivo di Euro 4.446.000,00, comprensivo di sovrapprezzo, mediante emissione di n. 39.000.000 nuove azioni ordinarie Ratti S.p.A. prive del valore nominale, ad un prezzo di Euro 0,114 ciascuna, di cui Euro 0,076 a titolo di sovrapprezzo, da offrirsi in opzione a tutti gli azionisti Ratti S.p.A. nel rapporto di n. 3 nuove azioni ordinarie ogni n. 4 azioni possedute. I diritti di opzione dovranno essere esercitati, a pena di decadenza, nel periodo di offerta compreso tra l’8 marzo 2010 e il 26 marzo 2010, estremi inclusi, presso gli intermediari autorizzati aderenti al sistema di gestione accentrata di Monte Titoli S.p.A. mediante sottoscrizione dei moduli appositamente predisposti dagli intermediari autorizzati stessi. I diritti di opzione saranno negoziabili sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. dall’8 marzo 2010 al 19 marzo 2010, estremi inclusi. I diritti di opzione eventualmente non esercitati entro il 26 marzo 2010 saranno offerti in Borsa da Ratti S.p.A. entro il mese successivo alla conclusione del periodo di offerta per cinque riunioni. L’Aumento di Capitale in Opzione è integralmente garantito dall’attuale azionista di maggioranza di Ratti S.p.A. Donatella Ratti che ha assunto l’impegno ad esercitare i diritti di opzione alla stessa spettanti a valere sull’Aumento di Capitale in Opzione e a sottoscrivere e liberare le azioni che restassero inoptate ad esito dell’offerta sul mercato dei diritti di opzione. L’Aumento di Capitale in Opzione si colloca nel più ampio contesto della complessiva operazione di ripatrimonializzazione e di ristrutturazione dell’indebitamento di Ratti S.p.A., da realizzarsi attraverso, tra l’altro: (i) la ristrutturazione dell’attuale indebitamento finanziario del gruppo Ratti S.p.A. per effetto della sottoscrizione di un nuovo contratto di finanziamento, in data 23 febbraio 2010 come comunicato al mercato in pari data e (ii) l’aumento di capitale sociale, a pagamento, dell’importo complessivo di Euro 20.805.000 milioni, comprensivo di sovrapprezzo, con esclusione del diritto di opzione ai sensi dell’articolo 2441, comma 5, del codice civile, riservato a Marzotto S.p.A. e Faber Five S.r.l., deliberato dall’assemblea straordinaria di Ratti S.p.A. in data 23 dicembre 2009. La società rammenta che anteriormente all’inizio dell’offerta in opzione Marzotto S.p.A. e Faber Five S.r.l., società partecipata dall’Ing. Antonio Favrin, sottoscriveranno l’aumento di capitale sociale a pagamento con esclusione del diritto di opzione per un importo complessivo di Euro 20.805.000.