Rabbia di Londra contro Barclays: AD lascia con “solo” 3 milioni dollari

10 Luglio 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Robert Diamond, ex amministratore delegato di Barclays, il colosso bancario britannico finito nell’occhio del ciclone per la manipolazione del tasso interbancario Libor, lascerà la sua poltrona ricevendo 2 milioni di sterline, ovvero poco più di tre milioni di dollari. Si tratta di una cifra che corrisponde a un decimo di quanto gli sarebbe spettato, secondo Bloomberg.

Vince dunque la rabbia della politica del Regno Unito, che sta facendo il possibile per mostrare il pugno di ferro contro la banca, dopo lo scandalo che ha travolto la reputazione della City.

Marcus Angius, presidente di Barclays sentito oggi dal Parlamento, ha riferito poi che Diamond ha volontariamente rinunciato a bonus per un valore di 20 milioni di sterline. Secondo i dati di Manifest Information Services, l’ex amministratore delegato, noto per essere il ceo meglio pagato in UK, ha guadagnato 120 milioni di sterline in stipendi e bonus a partire dal 2005.