Prysmian prevede una stabilizzazione della domanda nel 2010

3 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il contesto economico che ha caratterizzato l’esercizio 2009 di Prysmian ha confermato lo scenario di recessione che si era già manifestato durante il precedente esercizio, accentuatosi a partire da settembre 2008 a causa della crisi che ha coinvolto alcune istituzioni finanziarie internazionali. A seguito degli interventi da parte dei governi nazionali e delle banche centrali, nella seconda parte del 2009 la caduta della domanda e delle produzioni industriali si è stabilizzata attestandosi ai livelli minimi degli ultimi anni. In tale contesto economico, il Gruppo prevede, per l’esercizio 2010, una stabilizzazione della domanda sui livelli minimi raggiunti nel 2009, nei business Trade & Installers, Power Distribution e in alcuni prodotti del segmento Industrial più esposti agli andamenti ciclici del mercato, con un possibile graduale recupero a partire dall’ultima parte dell’anno. Si conferma, invece la ripresa degli ordini per i progetti di trasmissione di energia e per cavi in fibra ottica destinati ai principali operatori del settore Telecom. Il Gruppo, inoltre, conferma la propria determinazione a proseguire nelle attività di razionalizzazione ed efficientamento del proprio assetto industriale al fine di ottimizzare la propria struttura dei costi, e negli investimenti già avviati a sostegno dei business a maggior valore aggiunto al fine di rafforzare ulteriormente la propria presenza nei segmenti più profittevoli e con elevate prospettive di crescita.