Prova di fiducia sulle borse Ue, rialzi dopo il sell off di ieri

20 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Dopo il tonfo di ieri, prosegue positiva la seduta dei listini azionari europei.

Gli acquisti sui mercati azionari Ue sono partiti fin dall’inizio della giornata di contrattazioni, a dispetto della performance debole di Wall Street e dell’Asia.

Il buonumore torna anche a Piazza Affari, che nella giornata di ieri si era confermata il listino peggiore del Vecchio Continente. Alle 11 circa ora italiana, il Ftse Mib mette a segno un rialzo superiore all’1%.

I recuperi avrebbero però una natura di origine prevalentemente tecnica.

A livello settoriale si segnalano infatti le ottime performance delle tlc e delle banche, che erano risultate fra i comparti più penalizzati la vigilia.

La seduta è poi decisamente ben intonata per il comparto assicurativo, che si colloca tra i top-gainers sia in Italia che in Europa.

Il Ftse It Insurance mostra infatti un guadagno dell’1,84%, mentre il DJ Stoxx avanza dell’1,60%, risultando il miglior benchmark di settore in Europa.

Tra i principali players italiani si evidenziano Unipol e Fondiaria-Sai, che guidano i rialzi sul paniere principale con un guadagno rispettivamente del 3,44% a 0,723 euro e del 3,17% a 8,63 euro.

Guardando al quadro generale, non scemano però i dubbi e le preoccupazioni per la crisi della Zona Euro, riacutizzati dalle manovre non coordinate dei Governi del Vecchio Continente, dopo che la Germania ha deciso unilateralmente di bloccare le vendite allo scoperto di titoli di stato e CDS.

Da segnalare che a terrorizzare gli investitori nella giornata di ieri sono state anche le dichiarazioni di allarme del cancelliere tedesco Angela Merkel, che ha parlato di un euro in pericolo.

Buone nuove sono giunte invece sempre ieri dalla Federal Reserve, che ha rialzato le stime di crescita dell’economia americana, riducendo quelle sul tasso di inflazione. Le Minutes del FOMC hanno anche confermato una politica monetaria accomodante per un prolungato periodo di tempo.