Protestano gli animalisti, “via lo squalo dal centro commerciale”

15 Gennaio 2013, di Redazione Wall Street Italia

Lo squalo in formaldeide di Damien Hirst è l’opera d’arte contemporanea più controversa (e costosa) del mondo, nei confronti della quale sono piovute inevitabili critiche anche da parte degli animalisti.

In Ucraina, uno squalo toro lungo circa tre metri è costretto a nuotare in un acquario troppo stretto per le sue dimensioni e a condividere il limitato spazio con altri pesci. Lo squalo, inoltre, è rimasto ferito al muso durante il trasporto e rischia di farsi male nuovamente a causa dei coralli artificiali che si trovano nell’acquario.

Tutto ciò accade all’Ocean Plaza di Kiev, grande centro commerciale situato al centro della capitale ucraina, ed ha scatenato le ire di decine di persone che hanno vibratamente protestato nei giorni scorsi contro la direzione .