PRODI ALLA STAMPA: BASTA CON POLITICA FURBA

11 Maggio 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9colonne) – Roma, 11 mag – “Basta con la politica furba”. Lo afferma Romano Prodi in una intervista alla Stampa. Un messaggio inviato a poche ore dal vertice sul Pd con i big di Ds e Margherita: “Ho sempre pensato, al contrario di Andreotti – afferma -, che la politica italiana ha sottigliezza in abbondanza. Questo sovrappiù di sottigliezza ci rende autodistruttivi e ingovernabili”. E aggiunge: “Tutti i grandi capitani di impresa che ho conosciuto forse non brillavano per una grande profondità intellettuale, ma erano capaci di semplificare la realtà , arrivare al sodo. Alla nostra politica manca questa capacità e per questo io, quando mi ritirerò nel 2011, creerò una cattedra di Scienze della Coalizione”. Riguardo al Partito democratico sottolinea che “sono 12 anni che sto cercando di costruire il centro-sinistra italiano”, un compito “ineludibile: l’alternativa è trasformarsi in una opposizione rabbiosa quanto inefficace. Guardi la Francia, dove la sinistra colleziona già tre sconfitte consecutive. Ciò che sto cercando di creare e’ una formazione politica europea che risponda ad una società più complessa”. Il premier affronta quindi il confronto con la realtà spagnola, a cominciare dalle privatizzazioni: “Da noi non hanno funzionato perché le società pubbliche sono andate a imprenditori con scarse risorse: manca ancora un establishment economico, lo stiamo costruendo”.