Prima banca portoghese rischia il crac finanziario

22 Maggio 2014, di Redazione Wall Street Italia

LISBONA (WSI) – Espirito Santo International, uno dei più grandi conglomerati portoghesi, le cui pratiche finanziarie sono state oggetto di forti critiche nei mesi scorso, versa in una “grave situazione finanziaria”.

E’ quanto riporta un articolo del Wall Street Journal, che cita un documento pubblicato da una delle società controllate dal gruppo, in cui viene tra l’altro messo in evidenza che da un controllo dei bilanci da parte della Kpmg sono stati rilevate irregolarità.

Espírito Santo International è una delle più grandi aziende del Portogallo. Tra le sue partecipazioni più rilevanti il Banco Espirito Santo.

Secondo il revisore dei conti, KPMG, la banca, seppure non responsabile dei problemi della capogruppo, si prepara a vendere azioni per circa un miliardo di euro di azioni.