PREPARATEVI A UN LUNEDI’ NERO, DICE LA PRUDENTIAL

16 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

”Con tutto il tempo per pensarci durante il weekend, gli investitori lunedi’ si ritroveranno con un mercato in preda alla volatilita’ e venderanno di nuovo”, ha detto il market strategist di Prudential Securities Inc. Larry Wachtel.

“Credo che avremo un lunedi’ nero”, ha spiegato l’analista, ”ho la netta sensazione che sara’ dura’.

Il mercato borsistico americano ha subito venerdi’ la peggiore perdita in punti in assoluto per tutti e tre i maggiori indici: Dow Jones, Standard & Poor’s 500 e Nasdaq. Il Nasdaq in particolare ha bruciato in una settimana il 25%.

”Ho davvero pensato che potesse rimbalzare – ha detto Wachtel – ma era semplicemente troppo difficile che accadesse alla fine del weekend”.

L’analista della Prudential Securities, poco noto in Italia ma famoso a New York (e’ suo il commento quotidiano su Wall Street che va in onda sulla piu’ popolare radio newyorkese, 1010 Win) ha
preannunciato anche che si aspetta riscatti sui fondi comuni, un atteggiamento passivo da parte degli investitori istituzionali e una nuova ondata di ”margin call”, cioe’ le vendite coatte da parte delle banche di azioni prese a debito dagli investitori (vedi articolo WSI: VENDITE FORZATE ALL’ORIGINE DEL CROLLO).

Wachtel ha aggiunto che a Wall Street le contrattazioni domani saranno dominate dall’emotivita’, e che l’approccio scientifico che gli analisti tecnici tentano di usare per identificare ”i livelli di supporto”, ”e’ del tutto inutile”.

”Il crollo e’ proporzionale in termini di psicologia e emotivita’ a cio’ che fin qui e’ stato il rialzo”, ha detto poi l’analista della Prudential, notando che l’indice Nasdaq Composite, ad alto tasso di titoli high-tech, aveva guadagnato l’85% l’anno scorso ed era salito di un ulteriore 25% fino al 10 marzo, giorno del massimo storico.

”Questa e’ la correzione di cui avevamo bisogno”, ha aggiunto.

”Io sono cresciuto in un’epoca in cui gli investitori erano soddisfatti con profitti in borsa del 10-15% l’anno. Adesso i money manager, i gestori di portafoglio, vengono licenziati se non ottengono guadagni del 100%. C’era qualcosa di sbagliato; il meccanismo era fuori controllo”.

Larry Wachtel, uno dei pochi senior a Wall Street (ultrasessantenne, rispetto a una schiera di ragazini incompetenti abituati a una borsa sempre al rialzo) ha aggiunto che non sa se le vendite continueranno anche oltre lunedi’.

”In questo momento – ha spiegato – quel che conta e’ il giorno per giorno”.