Premafin modifica accordo con Groupama per aumento capitale

23 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Premafin ha reso noto che i soci aderenti al Patto di Sindacato ed i Signori Salvatore Ligresti, Jonella Francesca Ligresti, Giulia Maria Ligresti e Gioacchino Paolo Ligresti, nonché la stessa Premafin, da un lato, e Groupama dall’altro lato, hanno raggiunto un’intesa relativa alla parziale modifica dell’accordo di massima concluso e già comunicato al mercato lo scorso 29 ottobre. Tale modifica ha ad oggetto i termini e condizioni della prospettata operazione di aumento di capitale di Premafin, la cui esecuzione rimane comunque subordinata alle condizioni già annunciate. L’ammontare dell’eventuale Aumento di Capitale in opzione resterebbe invariato e quindi avrebbe un controvalore complessivo pari a euro 225,7 milioni, ma il prezzo di sottoscrizione delle azioni, il numero di azioni da emettere ed il rapporto di opzione saranno determinati in funzione delle condizioni di mercato nell’imminenza dell’offerta in opzione. Groupama si impegnerà ad acquistare dagli Aderenti al Patto la porzione di diritti di opzione necessaria al fine di consentire a Groupama di detenere, ad esito della integrale sottoscrizione dell’aumento di capitale, una partecipazione pari a circa il 17,1% del capitale sociale di Premafin. L’impegno di Groupama avrà ad oggetto un investimento complessivo di circa 145,7 milioni di Euro, che sarà ripartito tra prezzo di acquisto dei diritti e prezzo di sottoscrizione delle azioni oggetto dell’Aumento di Capitale. Gli Aderenti al Patto si impegneranno ad esercitare i diritti di opzione non ceduti a Groupama in misura tale da consentire agli Aderenti al Patto di detenere, ad esito della integrale sottoscrizione dell’Aumento di Capitale, una partecipazione pari a circa il 34,2% del capitale sociale di Premafin. In relazione all’Aumento di Capitale, Credit Suisse assumerà l’incarico di costituire il consorzio di garanzia per l’integrale sottoscrizione dell’eventuale inoptato dell’Aumento di Capitale. Le Parti hanno confermato che l’impegno di Groupama ai sensi dell’Accordo, come integrato in data odierna, è sottoposto alla condizione che Groupama stessa non sia tenuta a lanciare un’offerta pubblica di acquisto sulle azioni di Premafin, di Fondiaria-SAI ovvero della sua controllata Milano Assicurazioni. Restano ferme le ulteriori pattuizioni dell’Accordo del 29 ottobre 2010, già oggetto di comunicazione ai sensi e nei termini di legge. A seguito dell’adesione all’Accordo modificato, il Consiglio di Amministrazione di Premafin ha quindi deliberato di sottoporre all’esame ed approvazione dell’Assemblea straordinaria degli azionisti la proposta di attribuire al Consiglio di Amministrazione una nuova delega ad aumentare il capitale sociale a pagamento e in via scindibile per un importo di massimi 250 mln di euro.