Premafin e il mistero delle quote di Credit Agricole

3 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Premafin continua a far parlare di sè. Questa volta si tratta del mistero che si è creato attorno alla quota detenuta da Credit Agricole Suisse e successivamente ceduta, in parte senza fornire comunicazioni a Consob. Credit Agricole deteneva in Premafin e “per conto terzi” una quota pari al 9% della holding finanziaria. Da quanto si apprende da Consob, lo scorso 28 ottobre 2009 il gruppo era sceso al 4,8% senza comunicarlo alla Commissione, per poi ridurre ulteriormente la quota al 2,5% con una operazione datata 29 ottobre e questa volta comunicata a Consob. A questo punto la domanda sorta spontanea su numerosi quotidiani è: a chi sono andate le quote via via cedute? C’è chi parla della famiglia Ligresti, chi di Vincent Bollorè, chi di entrambi. Ad ogni modo sembra che la Consob abbia aperto una indagine a 360°, come scrive MF, anche perchè adesso c’è in ballo l’ingresso di Groupama con un aumento di capitale. La Commissione avrà un bel da fare anche per caipie se esiste un controllo congiunto fra Gruopama e Ligresti su Premafin, e “a cascata su Fondiaria-Sai e Milano Assicurazioni”, commenta MF.