PRE-BORSA: FUTURE POCO PROMETTENTI

16 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Pubblichiamo le indicazioni e i grafici relativi alla fase di pre-apertura dei mercati azionari americani in base all’analisi dei future trattati sul circuito elettronico Globex.
































Indici e future 16 Maggio 2002
Indici Closing cash Settlement price Fair Value premium
S&P500 1.091,07 1.094,50 -2,95
DJIA 10.243,68 10.265,00 -24,10
Nasdaq100 1.311,05 1.320,50 -6,90
Fonte dati: Ufficio Studi
WallStreetItalia

Alle 09.20 E.T. i future sono negativi, tuttavia solo il contratto sul Nasdaq e’ sotto il Fair Value. Il Dow segna -10,00 punti, il Nasdaq100 -8,50 e l’S&P500 0,00.

Dopo l’intensa volatilita’ degli indici azionari ieri pomeriggio, il movimento dei prezzi stamattina sembra relativamente piu’ stabile.

Il sell-off (svendita) visto sui mercati nel pomeriggio e’ stato causato da una serie di rumors. Tra i quali: quello di una dichiarazione del Presidente della Fed di Dallas, Robert McTeer, secondo cui il ritmo della ripresa economica sarebbe in qualche modo diminuito e la notizia di un attentato al Presidente venezuelano Hugo Chavez che ha fatto cadere il prezzo del petrolio di circa $1 al barile in pochi minuti.

Comunque, a parte i rumors, gli indici azionari in generale e il Nasdaq in particolare hanno messo a segno un eccellente +10% da lunedi mattina e circa il +13% dalla settimana precedente prima che l’ondata di vendite di ieri pomeriggio.

E’ possibile che il mercato abbia raggiunto livelli di ipercomprato e che gli investitori preferiscano portare a casa qualche guadagno?

Questo e’ quello che indica la nostra analisi al momento. Se abbiamo ragione, allora dopo una pausa di consolidamento, ci sono buone probabilita’ che il rally continui.

Il dato relativo ai nuovi cantieri edili a -5,4%, si e’ rivelato inferiore alle aspettative. Wall Street attendeva un lieve declino dell’1% a 1.630 milioni di unita’. Il dato va comparato con i 1.646 milioni di marzo e i 1.785 milioni di febbraio.

Il dato di 1.555 milioni di unita’ sorprende il mercato che reagisce negativamente.

www.2Mstrategies.com
Michael Paulenoff e’ uno dei fondatori di 2Mstrategies