PPD si classifica come la migliore organizzazione di ricerca a contratto (CRO) nell’edizione de

6 Maggio 2011, di Redazione Wall Street Italia

PPD, Inc. (Nasdaq : PPDI) ha annunciato in data odierna di essersi aggiudicata il primo posto tra le organizzazioni di ricerca a contratto (CRO) nell’edizione del 2011 del sondaggio per i centri di ricerca globali a cura di CenterWatch, ove l’84,3 per cento dei partecipanti ha valutato la qualità dei rapporti d’affari generali intrattenuti con PPD come “eccellente” o “buona”. PPD si è classificata tra le prime tre organizzazioni in relazione a 25 dei 29 attributi valutati nel sondaggio e ha ottenuto il massimo dei voti superando tutte le altre CRO in diverse categorie, tra cui professionalità del personale, buona configurazione dei protocolli, avvio degli studi, organizzazione e preparazione e determinazione di scadenze realistiche per l’esecuzione di progetti. Secondo The CenterWatch Monthly, PPD si è meritata il primo posto concentrandosi sul soddisfacimento delle esigenze specifiche dei centri, il che comprende la fornitura di tecnologia e assistenza, la fornitura di scadenze e protocolli chiaramente definiti, nonché l’implementazione di programmi di formazione efficaci per gli addetti alla ricerca clinica. “Ci impegniamo a instaurare e mantenere rapporti solidi con i nostri centri di ricerca globali per mezzo di una stretta collaborazione tra i nostri team di progetto e gli sperimentatori”, ha spiegato il dottor Sebastian Pacios, vicepresidente senior della divisione Gestione progetti globali. “L’offerta di programmi di formazioni estesi per i nostri dipendenti, di tecnologie innovative per aiutare i nostri clienti e centri di ricerca e di competenze per tutti gli aspetti della configurazione dei protocolli, ci permette di collaborare con i nostri centri di ricerca per accertare l’affidabilità dei dati derivati dagli studi per conto dei nostri clienti”. Il sondaggio del 2011 costituisce il primo sondaggio per centri di ricerca a livello globale condotto da CenterWatch e include centri di ricerca negli Stati Uniti e in Europa. Al sondaggio, che è stato condotto nei mesi di febbraio e marzo, hanno partecipato più di 1.200 professionisti operanti nel ramo della ricerca clinica. Nel sondaggio si è sondato il parere di sperimentatori principali, sperimentatori secondari e coordinatori di studio in merito alla qualità dei rapporti da essi intrattenuti con le CRO. Nell’edizione del 2010 del sondaggio per i centri di ricerca europei a cura di CenterWatch PPD si era classificata tra le prime due migliori CRO. Nel sondaggio di quest’anno PPD si è piazzata tra le prime tre migliori CRO per 26 dei 29 attributi valutati nel sondaggio e ha ottenuto il massimo dei voti quanto ad organizzazione e preparazione e per il suo stile di lavoro e cultura incentivante. CenterWatch è un’importante casa editrice e società di servizi di informazione specializzata nel settore delle sperimentazioni cliniche. PPD è una prestigiosa organizzazione di ricerca a contratto di portata globale impegnata nell’offerta di servizi per la scoperta, lo sviluppo e la gestione del ciclo di vita di farmaci. I nostri clienti e partner comprendono organizzazioni operanti nei settori farmaceutico, biotecnologico, dei dispositivi medicali, accademico e governativo. PPD, che possiede uffici in 44 Paesi e si avvale della collaborazione di più di 11.000 professionisti al livello mondiale, fa leva su tecnologie innovative, competenze terapeutiche approfondite e un rigoroso impegno nei confronti della qualità per aiutare clienti e partner ad accelerare l’offerta di prodotti terapeutici sicuri ed efficaci e massimizzare il rendimento sui loro investimenti nella ricerca e sviluppo. Per ulteriori informazioni si prega di visitare il sito Web all’indirizzo www.ppdi.com. Fatte salve le informazioni riferite a fatti storici, tutte le altre valutazioni e ipotesi su avvenimenti futuri contenute nel presente comunicato stampa, comprese le valutazioni e ipotesi relative alla classificazione di PPD nel sondaggio per i centri di ricerca globali del 2011 a cura di CenterWatch, costituiscono dichiarazioni di previsione che, come tali, comportano una serie di rischi ed incertezze. Nonostante gli sforzi attuati da PPD ai fini dell’accuratezza di dette valutazioni e ipotesi, sussiste la possibilità che le circostanze future si discostino dalle presupposizioni su cui sono basate siffatte dichiarazioni e pertanto i risultati effettivi potrebbero discostarsi in maniera sostanziale da quelli previsti nelle dichiarazioni di previsione. Vi sono altri fattori importanti in considerazione dei quali i risultati effettivi potrebbero discostarsi in maniera sostanziale da quelli previsti, tra cui: concorrenza nel settore dell’outsourcing; rapidi progressi tecnologici che rendono meno competitivi i nostri prodotti; rischi associati a e la dipendenza da rapporti strategici; condizioni economiche e tendenze relativamente all’outsourcing nei settori farmaceutico, biotecnologico e della ricerca sponsorizzata da enti governativi; capacità di attirare, integrare e mantenere personale chiave, compreso un nuovo direttore generale; e rischi associati ad acquisizioni e investimenti. I suddetti e altri fattori di rischio sono riportati in termini maggiormente particolareggiati nei documenti depositati periodicamente da PPD presso l’ente statunitense SEC, di cui si possono ottenere gratuitamente delle copie facendone domanda al reparto Relazioni con gli investitori di PPD. PPD non si assume e declina espressamente qualsiasi obbligo di aggiornamento delle valutazioni e ipotesi su avvenimenti futuri, salvo ciò sia imposto dalle norme vigenti in materia di contrattazione di titoli. Le presenti valutazioni e ipotesi su avvenimenti futuri non sono attendibili come rappresentazione del punto di vista della società in data successiva a quella del presente comunicato stampa. Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

PPD, Inc.Media:Sue Ann Pentecost, [email protected]/Investitori:Luke Heagle, [email protected]