PORTAFOGLI: LE RASSICURAZIONI DI NAVELLIER

13 Settembre 2001, di Redazione Wall Street Italia

La nostra piu’ profonda comprensione va a quanti sono stati devastati dall’orribile attacco terroristico al World Trade Center nella parte sud di Manhattan e al Pentagono a Washington D.C.. Conosco molte persone di Morgan Stanley Dean Witter che erano nella Torre numero 1. Speriamo siano riuscite a salvarsi.

Abbiamo notizia che molti nostri amici nella Torre numero 2 sono riusciti a salvarsi, ma siamo molto preoccupati per molti altri amici e associati che lavorano nella parte sud di Manhattan. Abbiamo passato molto tempo laggiu’ e preghiamo che tutti ce l’abbiamo fatta.

Ora, data la preoccupazione della finanza globale, i mercati finanziari fuori dagli Stati Uniti, a Londra, a Francoforte hanno registrato cali. Penso che lo stesso accadra’ negli Stati Uniti quando i mercati riapriranno: potranno cadere per la prima o seconda ora di contrattazione, ma da li’ risaliranno vigorosamente.

La grande questione è quando i mercati finanziari Americani riapriranno. Ovviamente il New York Stock Exchange e’ li’ vicino e ci vorra’ del tempo per rendere tutti operativi. E per ragioni di sicurezza la gente non potra’ andare a lavorare nella parte sud di Manhattan immediatamente.

Penso che il mercato potrebbe riaprire anche venerdi’. Credo che quello che accadra’ sara’ una brusca caduta nella prima ora e quindi una veloce inversione. Dobbiamo quindi essere molto, molto cauti in questa situazione.

La Federal Reserve ha detto che sta fornendo liquidita’ a sufficienza e che il sistema bancario non si e’ fermato. Questo e’ un segnale molto incoraggiante. La banca centrale USA sta immettendo liquidita’ in aggiunta alla normale provvisione in modo da permettere all’economia di risollevarsi da sola.

Ora, voglio ricordare a tutti che le nostre azioni sono di natura prettamente difensiva. Quindi quello che dovrebbe accadere e che queste azioni tengano meglio della maggioranza delle altre.

Le nostre azioni del settore energetico dovrebbero fare eccezionalmente bene in questa orribile situazione.

Penso che le cose andranno bene perche’ la Federal Reserve sta fornendo liquidita’ per aiutare l’economia a riprendersi. Noi, in ogni caso, abbiamo naturalmente azioni difensive.

Al momento, come americani siamo presi da diverse emozioni: paura, sfiducia e anche rabbia. Ma sopra ogni altra cosa i nostri pensieri e le nostre preghiere sono per le vittime e per i loro familiari.

Non sono certamente un esperto militare, ma conosco i mercati finanziari. Se qualcuno ha pensato di poter distruggere i nostri mercati si e’ sbagliato di grosso. Come investitori non abbiamo motivo di farci prendere dal panico. Al di la’ della nostra attuale strategia non abbiamo alcun progetto di vendere e non c’e’ alcun motivo razionale per vendere. I nostri mercati sono solidi. Il nostro sitema fondato sul mercato libero funziona. Il loro, fondato sulla paura, sulla violenza e sull’odio, NO.

Quindi, bisogna resistere. So che e’ molto duro per tutti, e spero non conosciate chi sia stato colpito o ucciso in questo orribile incidente. Ma penso che gli Stati Uniti usciranno rafforzati come risultato, quello che vedremo accadere e’ che i mercati potranno scendere bruscamente all’apertura. Quando essa sia, venerdi’ o anche la prossima settimana non importa. Potra’ cascare ma invertira’ la rotta rapidamente e allora saremo sulla strada della ripresa.

Quindi bisogna resistere. E’ un giorno duro per tutti. I nostri pensieri e le nostre preghiere sono per le vittime e i loro parenti.