POLTRONA FRAU: VORAGINE DI ROSSO PER MONTEZEMOLO

7 Settembre 2009, di Redazione Wall Street Italia

Per la società fondata a Torino nel 1912 e rilevata al 52% dal Fondo Charme Management SA che Montezemolo custodisce in Lussemburgo, è arrivato il momento della verità. Dopo la quotazione in Borsa nel 2003 si parla con insistenza di ristrutturazione e di tagli occupazionali per i 1.142 dipendenti che lavorano in Poltrona Frau, Cassina e Cap Design.

Hai approfittato del rialzo di +55% dello S&P500 da marzo ad agosto? Ora per continuare a guadagnare, abbonati a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca su INSIDER

Il Gruppo fattura 129 milioni e ha debiti per 121, per cui – come ha spiegato venerdì il quotidiano “MF” – si pone il problema di ristrutturazione del marchio che ha “vestito” le auto della Fiat, gli aerei di Singapore Airlines, le sedie che si trovano nell’anticamera di Mediobanca e i seggi del Parlamento Europeo.

A usare le forbici sarà Dario Rinero, un manager di 47 anni, torinese con due figlie, che dopo aver lavorato in alcune società nel 2000 è entrato in Coca Cola dove è arrivato alla poltrona di amministratore delegato. Adesso tocca a lui, insediato a marzo al posto di Giuliano Mosconi, evitare a Luchino di entrare nella galleria dei manager senza cuore.