PMI ALL’ESTERO, 500 MLN DA UNICREDIT (MA A UN PATTO)

3 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 3 apr – UniCredit Banca d’Impresa e Sace hanno sottoscritto un accordo in base al quale la banca corporate del gruppo UniCredit metterà a disposizione delle piccole e medie imprese italiane impegnate in progetti di internazionalizzazione finanziamenti per un importo complessivo di 500 milioni di euro, con garanzia Sace per l’80%. La banca erogherà fino al prossimo 31 luglio finanziamenti destinati esclusivamente alla copertura dei fabbisogni finanziari connessi all’attività caratteristica dell’azienda richiedente, propedeutiche o strumentali al processo di internazionalizzazione dell’impresa. Sono esclusi i fabbisogni finanziari relativi a progetti delle imprese che, investendo all’estero, non prevedano il mantenimento sul territorio nazionale delle attività di ricerca, sviluppo, direzione commerciale, nonché di una parte sostanziale delle attività produttive. Sono finanziabili le società di capitali italiane, qualificabili come PMI (ovvero abbiano un fatturato complessivo fino a 250 milioni di euro). L’importo minimo concedibile è di 100mila euro, quello massimo di 2,5 milioni di euro.