Pirelli Re, CdA propone aumento capitale

4 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il Consiglio di Amministrazione di Pirelli Re ha approvato la proposta – da sottoporre all’Assemblea degli azionisti – di attribuire al Consiglio la facoltà di aumentare a pagamento il capitale sociale di Pirelli Re entro un anno dalla data dell’Assemblea e fino a un importo massimo del 10% del capitale esistente, mediante emissione di azioni ordinarie con esclusione del diritto di opzione spettante agli azionisti. Il prezzo di emissione delle nuove azioni, si legge nella nota, sarà determinato dal Consiglio di Amministrazione secondo i criteri che saranno individuati dal Consiglio stesso affinchè il prezzo risulti corrispondente al valore di mercato al momento di esercizio della delega. Il conferimento della delega consente al Consiglio di Amministrazione l’utilizzo di uno strumento rapido e flessibile per l’ulteriore rafforzamento e stabilizzazione della compagine azionaria. In tale contesto, Mediobanca e UniCredit hanno manifestato la disponibilità a sottoscrivere un aumento di capitale per un ammontare complessivo di 20 milioni di euro, ripartiti pariteticamente tra loro, sulla base di termini e condizioni da concordarsi anche in prossimità della separazione. Al fine di garantire la stabilità dell’azionariato di Pirelli Re, alcuni dei membri del Sindacato di Blocco di Pirelli & C. hanno espresso orientamento positivo, quali futuri nuovi azionisti di Pirelli Re, alla formazione di un patto parasociale che raggrupperà una partecipazione inferiore al 30% del capitale, senza determinare pertanto le condizioni per l’insorgenza dell’obbligo di offerta pubblica di acquisto sulle azioni Pirelli Re. Tra gli altri, Mediobanca (per le azioni Pirelli Re rivenienti a seguito della separazione di Pirelli Re dal Gruppo Pirelli) e UniCredit (anche per le azioni Pirelli Re rivenienti dall’eventuale sottoscrizione del predetto aumento di capitale) hanno espresso il loro orientamento positivo alla partecipazione al citato patto parasociale.