Pirelli RE, assemblea approva bilancio e conferma cariche

19 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Si è riunita oggi l’Assemblea ordinaria e straordinaria degli azionisti di Pirelli RE che ha approvato, in sede ordinaria, il bilancio dell’esercizio 2009, che si è chiuso con una perdita di circa 95,2 milioni di euro (99,9 milioni di euro nell’esercizio 2008). L’Assemblea ha deliberato di portare integralmente a nuovo la perdita di esercizio. La perdita netta di competenza a livello consolidato è pari a 104,3 milioni di euro, quasi dimezzata rispetto all’esercizio precedente (195 milioni di euro). L’Assemblea ha stabilito di ridurre il numero di amministratori da 15 a 13, in seguito alle dimissioni rassegnate nel marzo 2010 dai Consiglieri di Amministrazione David Brush (consigliere indipendente) e Olivier Yves de Poulpiquet (consigliere esecutivo), che dunque non verranno sostituiti. Tale decisione è stata presa tenendo conto del fatto che resta congruo il rapporto tra amministratori indipendenti, non esecutivi ed esecutivi. L’Assemblea ha inoltre confermato Giulio Malfatto nella carica di Consigliere, cui era stato cooptato dal Consiglio di Amministrazione l’8 aprile 2009, in scadenza con l’odierna Assemblea. Giulio Malfatto resterà in carica insieme agli altri Amministratori fino all’Assemblea che verrà chiamata ad approvare il Bilancio al 31 dicembre 2010. Il Consiglio di Amministrazione, riunitosi al termine dell’Assemblea, ha poi confermato Giulio Malfatto nella carica di Amministratore Delegato già precedentemente ricoperta. L’Assemblea ha altresì nominato il nuovo Collegio Sindacale della Società, che rimarrà in carica per gli esercizi 2010, 2011 e 2012, che risulta così composto: Enrico Laghi (Presidente), Lelio Fornabaio e Roberto Bracchetti quali sindaci effettivi e Franco Ghiringhelli e Paola Giudici quali sindaci supplenti. I componenti del nuovo Collegio Sindacale sono stati tratti dall’unica lista presentata da parte del socio di controllo Pirelli & C. S.p.A.. Il compenso è stato fissato in 37.000 euro per i sindaci effettivi e in 55.500 euro per il presidente del Collegio Sindacale. L’Assemblea ha inoltre deliberato di rinnovare, fino all’Assemblea di approvazione del Bilancio al 31 dicembre 2010, l’autorizzazione all’acquisto e alla disposizione di azioni proprie entro il limite del 10% del capitale sociale, confermando le modalità stabilite con la precedente deliberazione assunta dall’Assemblea in data 17 aprile 2009, con riferimento alla quale non è stato predisposto ed eseguito alcun programma di acquisto. L’Assemblea ordinaria ha, infine, approvato un nuovo piano di incentivazione long term, come deliberato dal Consiglio di Amministrazione del 9 marzo scorso, strettamente connesso alla realizzazione delle linee guida del Piano Triennale e allo sviluppo e creazione di valore della Società nel medio-lungo termine. In sede straordinaria, l’Assemblea ha deliberato di modificare i seguenti articoli dello Statuto Sociale: art. 7, per reintrodurre la facoltà di convocare le assemblee per l’approvazione del Bilancio entro 180 giorni dalla chiusura dell’esercizio, in luogo degli attuali 120 giorni, in adeguamento alle nuove disposizioni normative; art. 22, per ulteriormente ridurre all’1,5% la soglia richiesta per la presentazione delle liste per la nomina del Collegio Sindacale, nell’ottica di una corporate governance sempre più attenta alle esigenze degli investitori e in particolare delle minoranze.