Pirelli, CdA approva piano separazione di Pirelli Re

4 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il CdA di Pirelli & C. ha deliberato il piano di separazione di Pirelli Re. La separazione, si legge nella nota, avverrà con l’assegnazione della pressoché totalità delle azioni Pirelli Re in portafoglio agli azionisti ordinari e di risparmio di Pirelli & C. e, pertanto, per il tramite della riduzione volontaria del capitale sociale di Pirelli & C. per un importo corrispondente al valore della partecipazione Pirelli Re oggetto di assegnazione. La separazione di Pirelli Re, che si pone nel contesto delle azioni di razionalizzazione e ottimizzazione gestionale avviate nel corso del 2008 e proseguite nel 2009, ha come obiettivo la focalizzazione sulle attività industriali core nel settore pneumatici delineata nelle strategie del piano industriale 2009-2011. L’operazione migliorerà la struttura patrimoniale e finanziaria del gruppo Pirelli, porterà a una semplificazione della struttura societaria di Pirelli & C. e consentirà una lettura più immediata della strategia industriale e dei dati economico-patrimoniali del gruppo Pirelli da parte del mercato, con riflessi potenzialmente positivi in termini di ulteriore riduzione dello sconto holding. Nell’ambito della separazione di Pirelli Re, le banche finanziatrici, i cui contratti prevedono clausole di rimborso anticipato in caso di uscita di Pirelli Re dal perimetro del Gruppo Pirelli, hanno dato il loro pieno supporto all’operazione. E’ stata, infatti, positivamente valutata la sostenibilità di Pirelli Re “stand alone”, sulle base delle assunzioni sottostanti il piano industriale al 2011, presentato al mercato finanziario in occasione dell’aumento di capitale lo scorso giugno, del progressivo miglioramento di tutti i principali indicatori economici rispetto allo scorso esercizio, a conferma della validità del cambio di strategia adottato che mira a incrementare prospetticamente i profitti ricorrenti, e del track record fin qui ottenuto nelle azioni di riduzione dei costi fissi. Il Consiglio di Amministrazione di Pirelli Re, riunitosi successivamente a quello di Pirelli & C., ha preso favorevolmente atto del piano di separazione approvato da Pirelli & C.. In conseguenza del perfezionamento dell’operazione, Pirelli Re procederà con la modifica della denominazione sociale, che sarà esaminata in una prossima riunione consiliare. Grazie all’operazione, Pirelli Re avrà un azionariato diffuso e risulterà contendibile, con potenziali benefici sulla sua valorizzazione. L’operazione determina inoltre condizioni favorevoli per la creazione di una piattaforma più flessibile per eventuali future aggregazioni.