Pirelli: capogruppo rivede utile nel 2009, dividendo 0,0145 euro

10 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il gruppo Pirelli ha chiuso l’esercizio con un risultato netto consolidato di competenza positivo per 22,7 milioni di euro rispetto al dato negativo per 347,5 milioni di euro del 2008. Il risultato netto consolidato totale è negativo per 22,6 milioni di euro, in significativo miglioramento rispetto al dato negativo per 412,5 milioni di euro dello scorso esercizio. Il risultato operativo post oneri di ristrutturazione, ammontati nel corso dell’esercizio a 79,6 milioni di euro (144,2 milioni di euro nel 2008), è pari a 217,4 milioni di euro, quintuplicato rispetto ai 43,2 milioni di euro del 2008, con un’incidenza sui ricavi del 4,9% rispetto allo 0,9% del 2008. I ricavi al 31 dicembre 2009 sono pari a 4.462,2 milioni di euro, in calo del 3,3% in termini omogenei al netto dell’effetto cambi (4.660,2 milioni di euro del 2008). La posizione finanziaria netta del gruppo al 31 dicembre 2009 è passiva per 528,8 milioni di euro, un ammontare quasi dimezzato rispetto al dato negativo per 1.027,7 milioni di euro al 31 dicembre 2008 (691,4 milioni di euro al 30 settembre 2009), grazie al positivo contributo del flusso di cassa di Pirelli Tyre, agli incassi da dismissioni di asset non strategici e al successo dell’aumento di capitale di Pirelli Re. La capogruppo Pirelli & C. SpA ha chiuso l’esercizio con un utile netto di 112,6 milioni di euro rispetto alla perdita di 189,5 milioni di euro del 2008. Il Cda proporrà all’Assemblea la distribuzione di un dividendo di euro 0,0145 per le azioni ordinarie e euro 0,0406 per le azioni di risparmio. Il dividendo verrà messo in pagamento a partire dal 27 maggio 2010. Relativamente al 2010, a livello di gruppo sono previsti ricavi pari a circa 4,7-4,8 miliardi di euro e un margine Ebit compreso tra il 6,5% e il 7%. Le azioni di razionalizzazione e semplificazione della struttura organizzativa corporate, annunciate lo scorso settembre, consentiranno inoltre il raggiungimento di risparmi pari a circa 10 milioni a livello di margine operativo lordo (EBITDA), dopo il finanziamento dei già annunciati piani di incentivazione del management. L’obiettivo di indebitamento netto consolidato a fine 2010 è di circa 700 milioni di euro dopo il pagamento di 81,1 milioni euro per dividendi a valere su esercizio 2009. Pirelli presenterà il nuovo piano triennale 2011-2013 alla comunità finanziaria entro la fine del 2010. I risultati dell’esercizio al 31 dicembre 2009 saranno illustrati oggi alle ore 18 nel corso di una conference call alla quale interverrà il presidente di Pirelli & C. SpA, Marco Tronchetti Provera, e il top management.