Pil migliori delle attese in Europa, eccelle la Germania

13 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – La Germania si conferma locomotiva d’Europa, dopo i dati strepitosi del Pil giunti stamane che mostrano un progresso dell’economia del 2,2% su trimestre e del 3,7% su anno. La statistica ha sorpreso favorevolmente il mercato, che non vedeva una crescita di questo tipo da oltre 20 anni, ossia dalla riunificazione delle due Germanie. Piuttosto piatta invece la crescita della Spagna mentre la Francia evidenzia un Pil in aumento di circa un terzo della Germania, battendo comunque le attese degli analisti. In rialzo oltre le aspettative anche il Pil della zona euro, diffuso dall’Eurostat nella sua stima preliminare, con un balzo dell’1% su base trimestrale e dell’1,7% su anno contro il +0,7% e +1,4% del consensus. Riflessione: le buone notizie provenienti dal fronte macro non sono state accompagnate da rilevanti reazioni dei mercati finanziari e dell’euro, a conferma che si tratta solo di statistiche preliminari che potrebbero in ogni caso essere riviste al ribasso, nonostante i toni moderatamente positivi usati ieri dalla Bce nel Bollettino mensile sulla ripresa economica della zona euro.