Pil Italia 2010 +1,1%. Che differenza con la Germania

15 Febbraio 2011, di Redazione Wall Street Italia

La differenza tra la crescita della nostra economia e quella tedesca è a dir poco evidente. Nel giorno in cui escono i dati relativi al Pil di Italia e di Germania, i numeri infatti si commentano da soli.

Nel 4* trimestre il Pil italiano e’ salito dello 0,1% rispetto al trimesre precedente, se si confronta con il corrispondente periodo dello scorso anno la crescita e’ stata pari a +1,3%. Per l’intero 2010 il Pil e’ salito dell’1,1%, dopo la contrazione pari a -5,1% del 2009 e quella pari a -1,3% del 2008. I dati sono stati diffusi dall’Istat. Il Pil tedesco nel quarto trimestre del 2010 è cresciuto invece del 0,4% rispetto al trimestre precedente, ma di ben il 4% rispetto al corrispondente periodo del 2009.

Tornando al Pil italiano, l’aumento congiunturale del Pil (+0,1%) e’ “il risultato di un aumento del valore aggiunto dell’agricoltura e dei servizi e di una diminuzione del valore aggiunto dell’industria. Il quarto trimestre del 2010 ha avuto due giornate lavorative in meno rispetto al trimestre precedente e lo stesso numero di giornate lavorative rispetto al quarto trimestre 2009”, spiega la nota dell’Istat. La crescita gia’ acquisita per il 2011, nell’ipotesi che seguano trimestri a crescita zero, e’ pari a +0,3%. I dati diffusi oggi rappresentano una stima preliminare.

Secondo la prassi corrente, l’1 marzo 2011 saranno diffuse le nuove stime annuali (non corrette per gli effetti di calendario) dei conti economici nazionali per il periodo 2008-2010. L’11 marzo 2011 saranno rese note le stime trimestrali coerenti con i nuovi dati annuali.