Pil Italia +0,5% nel II trimestre: ma quanti dubbi per il futuro

10 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Aggiornamento)

L’economia italiana torna a crescere ai ritmi degli anni prima della crisi economica. Nel secondo trimestre – secondo i dati Istat – il Pil è cresciuto dello 0,5% rispetto ai tre mesi precedenti, un aumento congiunturale mai così forte dal secondo trimestre del 2006.

Nel confronto con lo stesso periodo dell’anno scorso, invece, nel secondo trimestre il Pil è cresciuto dell’1,3%, segnando il record dal terzo trimestre del 2007.

Ma quanti dubbi per l’economia del Bel Paese. Proprio ieri infatti l’Ocse ha prospettato che nel terzo trimestre di quest’anno il Pil dell’Italia e’ destinato a registrare una variazione negativa pari a -0,3% su base annuale; ovvero a riportare l’unica performance sotto zero tra il gruppo del G7.

Nel dettaglio le previsioni sul Pil del terzo trimestre degli altri paesi del gruppo del G7: Usa +2%, Giappone +0,6%, Germania +0,7%, Francia +0,7%, Gran Bretagna +2,7%, Canada +2,2%. La media del G7 e’ stimata a +1,4%.