PIL GIAPPONE: SALVO (PER ORA) DA SORPASSO CINA

15 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Nel 2009 il Pil del Giappone e’ sceso del 5%,ma nessun sorpasso cinese. La produzione industriale e’ cresciuta a dicembre solo dell’1,9%, invece che del 2,2% evidenziato nella rilevazione preliminare.

Secondo il ministero dell’Economia la revisione al ribasso e’ dovuta alla produzione sotto le attese della chimica (da -0,7% a -2,8%. L’economia nipponica registra lo scorso anno la contrazione piu’ pesante mai registrata, ma rimane al secondo posto tra i leader mondiali dopo gli Usa.

A ottobre-dicembre il Pil reale e’ aumentato dell’1,1% (attese medie 0,9-1%) rispetto ai 3 mesi precedenti, e al passo annualizzato del 4,6% (contro il 3,5-4%), in scia all’andamento dell’export verso l’Asia e alle misure anti-crisi messe in campo dal governo.

Il Pil nominale ha raggiunto i 474.924 mld di yen, pari a 5.075 mln di dollari considerando il tasso di cambio medio per il 2009 di 93,57 yen per dollaro, in base alle statistiche ufficiali.

Il Pil nominale della Cina, con un’economia in progresso dell’8,7%, ha invece toccato i 33.540 mld di yuan (4.910 mld di dollari). Gli ultimi aggiornamenti di fine gennaio del Fondo monetario internazionale sulle stime di crescita di quest’anno e del prossimo di Tokyo (+1,7% e +2,2%) e Pechino (+10% e +9,7%), tuttavia, avvalorano l’ipotesi che per il sorpasso possa essere soltanto questione di mesi o possa accadere al piu’ tardi nel 2011.

Il Sol Levante, la cui economia e’ la numero due al mondo dal 1968, ha superato la peggiore recessione dal 1945 col recupero della domanda da parte dei mercati asiatici e della spesa di migliaia di miliardi di yen voluta dai diversi governi che si sono succeduti nel 2009 per battere la crisi.