Pil: Federconsumatori, ottimistiche le stime dell’Istat

10 Dicembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Ottimistiche le stime diffuse oggi dall’Istat sul Prodotto Interno Lordo del nostro Paese, si legge in una nota di Federconsumatori. Purtroppo, la realtà rilevata dai nostri osservatori è ancora ben lontana da una ripresa del Pil all’1,1%, anzi, secondo le nostre stime, sarà molto più contenuta. “Come potrebbe essere diversamente in un Paese in cui non si fa nulla per stimolare una ripresa dei consumi?” – si domandano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, Presidenti di Federconsumatori e Adusbef La situazione generale dei consumi, infatti, registra andamenti drammatici: secondo le rilevazioni dell’O.N.F. – Osservatorio Nazionale Federconsumatori, ha subito negli ultimi 3 anni un crollo del -6% (-1,5% nel 2008, -2,5% nel 2009 e, in previsione, -2% nel 2010), con una riduzione di spesa di oltre 40 miliardi. Per questo sarebbe stato indispensabile avviare operazioni quali la detassazione delle tredicesime e l’anticipazione dei saldi che, almeno in occasione delle festività natalizie, avrebbero potuto rilanciare la domanda di mercato e scongiurare il Natale ipercongelato alle porte. Secondo le stime dell’O.N.F., infatti, le spese legate ai soli consumi delle festività di fine anno diminuiranno ulteriormente del -11%, rispetto al già tragico andamento del 2009 (-23%). Di fronte ad un tale andamento si rende sempre più urgente un serio piano di politica economica teso, da un lato a rilanciare la domanda interna, attraverso una detassazione per le famiglie a reddito fisso di almeno 1200 Euro annui, e, dall’altro, ad avviare una indispensabile ripresa degli investimenti per la ricerca e lo sviluppo tecnologico.