PIAZZA AFFARI VUOLE CAPIRE E SI FA CAUTA

18 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

Alle 10,30 ora italiana Piazza Affari segue le altre Borse europee in un movimento lento di ridimensionamento.

Il Mibtel segna infatti +0,63% (da un’apertura a +1,80%); il Mib30 è a +0,52%.

Facile capire perchè: ieri a Wall Street gli indici Dow Jones e Nasdaq sono aumentati, questo è vero, e anche di parecchio. Ma nell’ultimo mese proprio il Nasdaq ha bruciato il 25% del suo valore.

La domanda dunque è questa: il rialzo di ieri è davvero un rialzo o è solo un rimbalzo all’interno di un trend ribassista? In attesa di trovare risposte convincenti a questo quesito, il mercato resta incerto e molto cauto. Oltre a tutto in questa fase il Globex, future sullo Standard & Poor’s, è in calo di 3,8 punti.

Tra i titoli quotati, Olivetti guadagna quasi il 2%; Seat Pagine Gialle prende lo 0,31%. Nella scuderia di Carlo De Benedetti Cofide ordinarie salgono del 3,89% a 1,79 euro (un euro vale 1936,27 lire), mentre le risparmio non convertibili sono a +4,01% a 1,01 euro.

Questa mattina sono partite bene anche le Cir rnc, +4,59%, mentre le ordinarie hanno preso il 2,09%. Nel Midex, l’Espresso sale dello 0,05%.

Un forte ribasso invece per Finmeccanica, che cede il 2,73%.