PIAZZA AFFARI TUTTA IN ROSSO A META’ SEDUTA

5 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari ha cambiato marcia rispetto all’avvio di seduta e ora si presenta al giro di boa di metà giornata con un ribasso generalizzato su tutti gli indici. Il Mibtel lascia lo 0,93%, Il Mib30 lo 0,83%, il Midex l’1,60%, il Numtel anche è negativo e perde lo 0,66%. Il calo interessa tutti i comparti trasversalmente, con qualche eccezione per alcuni titoli.

“E’ un mercato piatto, senza spunti e che deve trovare ancora la sua strada. Per ora mancano i puntelli dai quali far ripartire eventualmente un’inversione di tendenza”, spiega un operatore a WallStreetItalia.

Tra i titoli che si stanno muovendo oggi si mettono in luce i telefonici che tra l’altro riescono a mantenere un guadagno. E’ il caso, in particolare, di TIM, in rialzo dello 0,86 a €6,92. Anche Telecom Italia è in denaro e prende lo 0,02% a €11,29.
(Vedi Piazza Affari: TIM in buon recupero)

Nel settore dei titoli industriali oggi è il giorno di STMicroelectronics. Il titolo cresce sul listino dopo le conferme di crescita per il 2001. Ora guadagna il 3,58% a €35,30 e porta con sè verso l’alto anche Finmeccanica (+1,38% a €1,02), che ne detiene il 22%. (Vedi Piazza Affari: STM è in zona toro)

Tra i bancari, soffre Bipop, che lascia il 7,93% a €5,19. A pesare sul suo andamento sono le indiscrezioni secondo le quali gli ex proprietari della tedesca Entrium intendono vendere 11 milioni di azioni Bipop.
(Vedi Piazza Affari: Bipop precipita su rumors)

Sul Nuovo Mercato, partito molto bene ma ora passato in negativo, uno dei pochi titoli con il segno più è Tiscali (+1,53% a €14,78). Ma secondo il trader di una Sim milanese è solo un rimbalzo tecnico. (Vedi Piazza Affari: giù il Numtel, su Tiscali)