PIAZZA AFFARI TRAINATA DAI TELEFONICI

di Redazione Wall Street Italia
14 Febbraio 2002 13:30

Piazza Affari si è ripresa rispetto ai fiacchi valori di apertura e a metà seduta viaggia stabilmente in territorio positivo, spalleggiata anche dall’andamento delle altre borse europee e dai future sugli indici USA che mantengono il segno pù.

Il Mibtel segna +0,84%.

Il Mib30 +0,98%.

Il Midex +0,22%.

Il Numtel +0,41%.

La giornata è puntata sull’andamento di alcuni titoli, dei quali sono stati diffusi i dati di bilancio.

La maggiore attenzione è dedicata a Telecom Italia, che sale di quasi tre punti percentuali e si pone al di sopra di quota €9 dopo la diffusione dei risultati 2001 e l’incontro del numero uno Marco Tronchetti Provera con la comunità finanziaria (vedi anche articolo).

Tronchetti Provera, tra le altre cose, ha detto di non escludere nuove emissioni obbligazionarie da parte di Olivetti (in rialzo di quasi due punti e mezzo percentuali) e Telecom Italia; inoltre non ha escluso per il futuro una riduzione della quota di Olivetti in Telecom Italia.

Ha infine respinto con forza i dubbi sulla solidità finanziaria del gruppo dopo il consolidamento nel bilancio di Olivetti e Telecom Italia, e ha respinto le voci di un possibile warning di Banca d’Italia.

Bene dunque tutti i titoli della filiera Tronchetti Provera. Si riprende anche Pirelli, in crescita di quasi quattro punti percentuali, sulla scia della presentazione del piano industriale di Telecom Italia che prevede tra l’altro la focalizzazione sul core business della telefonia e la cessione di attivita’ non strategiche.

Sale anche Seat Pagine Gialle, la cui controllata La7, ha detto Tronchetti Provera, non sarà ceduta.

Il settore del risparmio gestito è tutto in rialzo; torna a crescere Bipop Carire dopo il calo della vigilia, ma continua a salire anche Banca di Roma.

Positiva San Paolo Imi nel giorno del consiglio di amministrazione che si riunisce per esaminare i dati di bilancio 2001.

Il panorama sulle banche non sarebbe completo se non si prendesse nota dell’andamento di BNL.

Il titolo cresce con piglio deciso sebbene il consiglio di amministrazione abbia deliberato che il pagamento del dividendo andrà solo ai possessori dei titoli di risparmio. In questo il mercato vede la volontà e le potenzialità per uscire definitivamente dall’influenza negativa della crisi argentina.

ENI guadagna terreno sulla scia della scoperta di un nuovo giacimento in Nigeria.

Sempre sul Mib30 cede Bulgari, nonostante l’accordo con la catena di alberghi di lusso Marriot.

In rialzo i titoli editoriali e media, sia sul Mib30 che sul Midex.

Sul Midex cresce ancora Snia che si porta a quota €1,95, ben al di sopra dunque degli €1,80 dell’offerta di Bios. Il mercato continua a scommettere su un rilancio dell’offerta.

Tra gli altri titoli, molto bene STMicroelectronics, che oggi ha annunciato un accordo con la francese Alcatel.

Sul Nuovo Mercato si distingue Digital Bros, che mette a segno un rialzo di oltre quattro punti percentuali.

La società ha siglato un accordo con Nintendo per la vendita non esclusiva in Italia di hardware e software del colosso giapponese.

L’intesa dovrebbe produrre ricavi aggiuntivi di €10 milioni per il 2002 rispetto alla stima precedente l’accordo.

Molto bene anche Tiscali nel giorno della presentazione dei dati di bilancio e dopo le affermazioni del suo numero uno, Renato Soru.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici
Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.