Piazza Affari tra le peggiori in Europa

23 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Le vendite dominano a Piazza Affari che si conferma, con la Borsa di Madrid, il peggiore mercato di Europandia. A peggiorare la situazione il dato sulla fiducia dei consumatori USA che è crollato a febbraio a 46 punti dai 56,5 rivisti di gennaio. Le previsioni degli analisti erano per 55 punti. L’euro prosegue in retromarcia nei confronti del biglietto verde, tornando nuovamente sotto quota 1,36. Al momento il cross euro/dollaro scambia a 1,3561 riportando una contrazione dello 0,29%. A Milano l’indice FTSE IT All-Share registra un decremento del 2,14% a 21724,6, il FTSE MIB con un -2,3% a 21206,43, il FTSE IT Mid Cap con un -1,19% a 23545,4 punti. Il FTSE IT Star segna un calo dell’1,08% a quota 10917,63. Le frecce rosse dominano sul principale listino. A2A si mantiene saldamente alla testa del FTSE Mib, tra i pochi titoli ancora in verde. In merito a indiscrezioni di stampa circa evoluzioni societarie dell’assetto proprietario di Edison, A2A ha reso noto che nessuna operazione è allo stato attuale all’esame degli organi competenti della Società. Tra le banche In forte perdita Intesa SanPaolo. Al termine del Consiglio di Gestione del gruppo, l’Ad Corrado Passera ha confermato che si è discusso, come previsto, circa l’ipotesi di quotazione di Banca Fideuram. Atteso in serata un comunicato stampa della società. Suono stonato per Telecom Italia, I dirigenti di Telecom Italia Sparkle, società interamente controllata da Telecom Italia, sarebbero coinvolti nell’inchiesta della Procura di Roma denominata “Broker” su una rete di riciclaggio a livello internazionale. Ad essere emersi sono stati i nomi dell’ex AD Stefano Mazzitelli e dell’ex Cfo Carlo Baldizzone. Sul completo pioggia di vendite su Fastweb. Il gip di Roma, su richiesta della direzione distrettuale antimafia, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti dell’ex Ad di Fastweb, Silvio Scaglia, attualmente all’estero per motivi di lavoro. L’accusa è di quelle pesanti: associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio e al reimpiego di capitali illecitamente acquisiti attraverso un sistema di frodi fiscali. Oltre a quello di Scaglia ci sarebbe anche il nome di Stefano Parisi, attuale Ad di Fastweb,nell’elenco delle persone indagate. Fastweb, intanto, ha emesso un comunicato per ribadire che, riguardano una presunta evasione Iva derivante da attività truffaldine di terzi che si sono avvalsi della rete di Fastweb e di altri operatori tlc italiani, la Società si ritiene parte lesa. In retromarcia la Fiat che cede oltre tre punti percentuali. Il gruppo ha annunciato un nuovo programma di Cig che interesserà questa volta gli impiegati degli Enti Centrali degli stabilimenti torinesi. Sul completo in rosso Sogefi che sconta brutti conti: nell’esercizio 2009 i ricavi consolidati sono stati pari a 781 milioni di euro, in flessione del 23,2% rispetto a 1.017,5 milioni del 2008.