Piazza Affari, questa banca è finita nel mirino delle mani forti

16 Ottobre 2017, di Daniele Chicca

La prossima settimana sarà decisiva per l’andamento dell’autunno borsistico in attesa dell’inizio della stagione delle trimestrali Usa e della lettura del Beige Book della Federal Reserve da cui si cercheranno di capire le prossime mosse di politica monetaria in virtù delle condizioni dell’economia Usa.

Graficamente il listino FtseMib, segnalano gli analisti di Sos Trader, consolida dopo lo strappo di settembre in un range di circa 600 punti fra area 22.860 e 22.260, che saranno i livelli chiave da monitorare nelle prossime sedute.

“Il FtseMib disegna una doji candle che fotografa una seduta in sostanziale equilibrio che va a chiudere una settimana che mostra il medesimo equilibrio fra acquirenti e venditori (+0.09%)”, scrive Pietro di Lorenzo nel report settimanale del graficista.

FTSE MIB: l'analisi tecnica di Piazza Affari

Fra i titoli del S&P MIB 40 interessanti per la prossima seduta, Sos Trader segnala:

FERRAGAMO dopo aver toccato i minimi dell’anno a 22.26€ mostra interessanti segnali di reazione disegnando un interessante Engulfing Bullish sostenuto da volumi importanti. Possibile un ulteriore allungo verso area 24€.

MEDIASET archivia la miglior settimana dell’anno (+9.86%) rientrando al centro dell’interesse del mercato. Il superamento della trendline ribassista fornirà un interessante segnale di inversione.



AZIMUT dopo il violento sell off di giovedì mostra timidi segnali di reazione andando a chiudere il gap del 24 Aprile. Il ritorno sopra area 17.5€ potrebbe innescare un repentino rimbalzo.

TELECOM ITALIA rimbalza per il quarto giorno consecutivo sul supporto in area 0.75€. Possibile intervenire su questi livelli purchè di abbia il rigore e la disciplina nell’applicare uno stop loss sotto 0.75€.



UNIPOL diventa il miglior titolo secondo il nostro indicazione Reccomandation Index. Ogni correzione dei prezzi sarà una buona opportunità per incrementare le posizioni Long.

Prosegue il violento ribasso di BPER che perde il 10% circa nelle ultime 9 sedute. Il titolo è nel mirino delle “mani forti” che lo stanno shortando a piene mani. Dall’elaborazione di BigShort Hunter è evidente che 8 investitori istituzionali stanno scommettendo sul ribasso del titolo avendo venduto allo scoperto il 5.62% del capitale (massimi assoluti). Attendiamo le ricoperture per pianificare un ingresso.