PIAZZA AFFARI TIENE IL PASSO SPINTO DELL’AVVIO

27 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari mantiene a metà seduta l’ottimo passo impostato in avvio di giornata.

Il mercato, come gli altri principali in Europa (Vedi Borse UE corrono aspettando Wall Street), si avvantaggia non solo della chiusura positiva della vigilia a Wall Street, ma già guarda con fiducia all’apertura americana odierna: i future sui principali indici di borsa USA, infatti, sono in netto recupero e fanno sperare in un avvio con il segno più.

Secondo alcuni operatori interpellati da Wall Street Italia quello di oggi è un buon rimbalzo tecnico anche se, come osserva Andrea Scarsi di Rasfin Sim, “prima di avere segnali chiari dovremo aspettare la fine di agosto”.

In questo momento, dice il trader, gli stessi gestori non si muovono; gli acquisti sono frenati e “qualsiasi idea, tranne alcune forti speculazioni, viene bruciata nell’arco di due giorni”.

Il Mibtel segna +0,65%, il Mib30 +0,82%, il Midex è tornato in positivo e guadagna lo 0,16%, il Numtel è a +1,86%.

Tra i titoli che si stanno muovendo di più c’è certamente Pirelli (-5,24% a €3,13) sulla scia dei risultati diffusi ieri sera a mercati chiusi (Vedi Piazza Affari: Pirelli in caduta libera, Utili: Pirelli vede rallentamento 2° semestre e Piazza Affari: cosa aspettarsi oggi)

Un altro titolo al centro dell’attenzione è Olivetti (+2,42% a €2,33), che continua a crescere tra insistenti voci di un riassetto azionario in corso (Vedi Piazza Affari: cosa aspettarsi oggi).

Secondo Daniele Tolusso, operatore equity sales di Uniprof, nel capitale della holding della telefonia entrerà presto un nuovo socio, e “tutta l’operazione è gestita da Roberto Colaninno”.

L’operatore mette anche l’accento, parlando con Wall Street Italia, sulla decisione “di mettere Riccardo Ruggiero, figlio di Renato, neoministro degli Esteri del governo di Silvio Berlusconi, a capo della sezione francese di Telecom Italia.

In crescita tra i telefonici anche Telecom Italia (+1,94% a €10,70) e TIM (+2,67% a €6,30).

In grande spolvero STMicroelectronics, che guadagna il 4,81% a €34,85.

A tirare il titolo italo-francese è la chiusura in rialzo del Nasdaq della vigilia grazie al buon andamento dei titoli dei semiconduttori, malgrado i dati negativi presentati da JDS Uniphase (JDSU – Nasdaq).

Jds Uniphase Corp ha reso noto, in occasione della pubblicazione della trimestrale, che non manterra’ gli obiettivi sul fatturato del primo trimestre (Vedi Utili: per JDSU perdita di $5,99 per azione).

In rialzo la controllante di STMicroelectronics, Finmeccanica, che mette a segno +2,66% a €1 (Vedi Piazza Affari: brillano STM e Finmeccanica).

ENI guadagna lo 0,30% a €13,69. Oggi, venerdì, è stata annunciata una nuova scoperta di idrocarburi al largo delle coste del Texas nel golfo del Messico in un campo del quale ENI, attraverso Agip Petroleum, detiene una partecipazione.

Riflettori accesi per i titoli editoriali: Mediaset segna +2,90% a €8,90, L’Espresso +1,15% a €4,04 e Seat Pagine Gialle +0,70% a €1,15 (Vedi Piazza Affari: editoriali, da comprare sui cali e L’Espresso non regge alla prova dei conti).

Sul Nuovo Mercato Tiscali ha riconquistato quota €7: ora guadagna l’1,71% a €7,01.

Il miglior titolo in assoluto è CTO, sospeso per eccesso di rialzo e ora in crescita teorica del 15,78% a €10,39.