Piazza Affari tenta il rimbalzo con l’Europa

20 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Partenza positiva per Piazza Affari, in sintonia con il resto d’Europa. Un movimento di recupero dopo il calo della vigilia, che trova sostegno dalla chiusura in rialzo di Wall Street, ieri, nonostante una seduta dominata dall’incertezza. Il sentiment degli investiotri infatti è stato messo sotto pressione dall’unico dato in agenda: l’indice NAHB, che misura il sentiment dei costruttori Usa, sceso al livello più basso da oltre un anno, ridimensionando così l’entusiasmo per le trimestrali. La cautela è dunque d’obbligo, con il persistere dell’incertezza sulle sorti dell’economia Usa. I guadagni potrebbero anche essere condizionati dal calo della borsa di Tokyo, che stamane ha riaperto le contrattazioni dopo essere rimasta chiusa la vigilia per festività. Sul mercato valutario, l’euro continua a far parlare di sè, dopo aver riagganciato la soglia degli 1,30 dollari, in scia ad un dollaro che soffre ancora la debolezza dei dati macroeconomici Usa. Oggi saranno pubblicati altri dati sul mercato immobiliare americano: le statistiche sull’avvio cantieri e permessi edilizi. Sulle prime rilevazioni, il FTSE IT All-Share apre la giornata in rialzo dello 0,59% a 20.744,22 punti mentre il FTSE MIB guadagna lo 0,64% a 20.258,1 punti. Frazionale la salita del FTSE IT Mid Cap con un incremento dello 0,38% a 22.784,41 punti e del FTSE IT Star con un +0,26% a 10.553,04 punti. Tutte frecce verdi nel principale paniere, con le banche che recuperano il calo di ieri mentre resta l’attesa per l’esito degli stress test a fine di questa settimana. Tra le migliori Intesa e Unicredit, ieri tra le più penalizzate. Attenzione oggi ai risultati trimestrali del colosso americano, Goldman Scahs. Denaro su Finmeccanica che finalmente riesce a beneficiare delle stime sugli ordini annunciati la vigilia e attesi superiori ai 22 miliardi euro nel 2011. Il presidente Pier Francesco Guarguaglini, in relazione alle recenti inchieste giudiziarie sulla partecipata al 49% dal Gruppo, la Digint, ha detto di avere la fiducia dell’azionista Tesoro e che quindi rimane al suo posto. “Per ora ho la fiducia dell’azionista e sto dove sto”, ha dichiarato Guarguaglini. Tra gli altri industriali, si mette in marcia la Fiat verso il Cda di domani sui conti. Accesi i petroliferi con Tenaris che guida i rialzi. Piu contenuta la salita di Eni, in linea con l’andamento mostrato dall’intero settore oil a livello europeo. Spunto negativo su Stm che risente della trimestrale in chiaroscuro, annunciata nella notte dalla statunitense, Teaxs Instruments. Sul completo, effervescente Mondo HE che ha rafforzato la partnership con Sky attraverso un nuovo contratto per la cessione temporanea in licenza di un pacchetto di film di notevole richiamo per la trasmissione sulla piattaforma satellitare del Gruppo in modalità “Pay TV”. Prese di profitto su Meridiana Fly ieri sospesa per eccesso di rialzo, nel primo giorno dell’aumento di capitale.