PIAZZA AFFARI: TELEFONICI, OLIVETTI CRESCE

15 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

I telefonici oggi salgono a Piazza Affari, fatta eccezione per Telecom Italia che lascia lo 0,44% 11,70 sulla scia dei risultati trimestrali.

Olivetti guadagna lo 0,81% a €2,36; TIM lo 0,59% a €7,61.

Secondo l’analista di una primaria Sim milanese all’origine del rialzo di Olivetti, che pure ha mostrato nella trimestrale un aumento delle perdite pari al 64%, ci sono “alcune attività operative che rientrano nel consolidato e che, seppur piccole, hanno prodotto un risultato migliore delle attese”. Sarebbe il caso, per esempio, di Lottomatica.

Aggiunge il trader di una sala operativa che buon gioco sembra fare al titolo Olivetti l’apertura di Roberto Colaninno nei confronti del centro-destra vittorioso alle elezioni politiche di domenica scorsa: “un passo significativo – dice l’operatore – in quanto i conti e i progetti futuri di un’azienda come Olivetti tanto possono dipendere dagli orientamenti del governo” (Vedi Elezioni: chi vincerà e chi perderà in borsa).

Quanto a TIM, l’analista della primaria Sim milanese parla di “una coda dell’effetto-trimestrale, che ha presentato risultati migliori delle attese; inoltre bisogna ricordare che il titolo era sceso nei giorni che hanno preceduto la trimestrale di Telecom Italia: si pensava infatti che le brutte notizie fossero attribuibili a TIM. Ora che si è scoperto che le cose non stavano così e che TIM non c’entra, il mercato torna a comprare sul titolo della telefonia mobile”.

L’analista conclude ricordando che nel resto d’Europa, specialmente a Londra, il settore telefonico è piuttosto tonico, dopo le perdite di ieri.