Società

PIAZZA AFFARI: TELEFONICI NELL’OCCHIO DEL CICLONE

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

La scuderia Telecom viaggia in ribasso seppur lontana dai minimi. Nelle sale operative regna la sfiducia per un mercato che è abbandonato a se stesso. “Speriamo che il mercato trovi presto una base d’appoggio – ha commentato Federico Schmid operatore di Bnp Paribas – con i telefonici che restano nell’occhio del ciclone”.

“Il clima è di generale sfiducia – continua l’operatore – anche in assenza di notizie negative. Quelle positive, invece, non vengono considerate. Ad esempio oggi c’è stato il dato buono sull’aumento di capitale di British Telecom, sottoscritto al 90%, e l’avvicinarsi di un probabile taglio dei tassi USA. Ma niente, il mercato non se n’è accorto”.

Nella scuderia di Roberto Colaninno, il titolo più pesante è Telecom Italia (-1,5% a €10,150) seguito da TIM (-1,38% a €5,88) e poi Olivetti (-1,07% a €1,935).

Sulla holding di Ivrea si addensano rumor sul piano di rientro dei debiti del gruppo. (Vedi anche sezione RUMORS che trovate sul menu in cima alla pagina).