PIAZZA AFFARI: TELEFONICI IN FORTE RIBASSO

18 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

I telefonici italiani si appaiano agli altri in Europa e precipitano verso il basso in una corsa che sembra non risparmiare nessuno: “il momento è delicato e il mercato nervosissimo – dice a Wall Street Italia l’analista di una primaria Sim milanese che per politica aziendale non può essere citato – e sembra pronto a recepire solo le notizie negative”.

Olivetti segna -1,09% a €2,17 e con 37 milioni di pezzi scambiati finora: i volumi sono i più alti del listino ma non si avvicinano a quelli registrati dallo stesso titolo le scorse settimane, quando passavano di mano in un sol giorno anche 100 milioni di pezzi.

Telecom Italia lascia l’1,08% a €10,30. TIM perde l’1,64% a €5,88.

In Europa France Telecom lascia il 2,4%, Deutsche Telekom l’1,35%, Vodafone l’1%, Telefonica Moviles il 3%.