PIAZZA AFFARI: SUPPORTI
E RESISTENZE (TM)

16 Aprile 2003, di Redazione Wall Street Italia

MIB30 (PC 24150)

Seduta positiva per il Mib30 che chiude a 23902 (+0,67%) dopo aver toccato un massimo a 24245.

Da ottobre 2002 l’indice italiano si muove all’interno di un’ampia banda laterale (di circa 5000 punti) con estremi 20500 e 25500, con un’estensione a fine novembre 2002 a 26800. Dopo aver testato a metà marzo l’importante supporto statico a 20500, l’indice è rimbalzato con forza riportandosi sopra 23000/300 (parte centrale della banda 20500-25500). L’atteso superamento di 23300 ha subito portato le quotazioni, al primo obiettivo del movimento (23850-24000) per poi congestionare nell’intervallo 23400-24000.

Finché le quotazioni stazionano sopra 23400 il tono rimane decisamente rialzista e appare probabile il raggiungimento del secondo obiettivo del rally a 24700/800. Debolezza sotto 23400 che proporrebbe il test dell’area di supporto a 22800-23000. Solo al di sotto di tale livello cesserebbero le pressioni al rialzo.

E’ opportuno mantenere le posizioni lunghe aperte in area 22900/950 (alleggerite a 23750/800), con s/l sul prezzo di carico e t/p in area 24650/700.

Per l’infraday: si rimanda all’analisi sul Fib30 disponibile all’indirizzo https://www.sella.it/banca_on_line/trading/analisi/index.jsp
Per segnali operativi di trading veloce è disponibile il nuovo servizio SELLA ADVICE TRADING all’indirizzo:
www.sella.it/banca_on_line/trading/analisi/advice.jsp

BCA MPS (PC 2.480)
Dopo aver congestionato nella banda 2.000-2.250 con estensioni a 1.950 e 1.290, nella seduta del 02.04.03 il titolo è riuscito a riportarsi sopra la resistenza statica e dinamica a 2.250/2.270 dove transitava la trendline ribassista che ha accompagnato la discesa dall’aprile dello scorso anno. Il seguente impulso rialzista ha portato le quotazioni al test dell’area di resistenza a 2.450/500 corrispondente al massimo dell’anno e alla media mobile a 200 giorni. Finché le quotazioni stazionano sopra 2.400 il quadro tecnico è decisamente rialzista e il superamento di 2.500 aprirebbe la strada alle resistenze statiche poste a 2.650 e 2.840. Debolezza sotto 2.400 che avvierebbe un movimento correttivo verso l’area di supporto a 2.250/320 dove dovrebbero tornare gli acquisti. Un deciso deterioramento del quadro tecnico del titolo si avrebbe solo al di sotto 2.160.

Per l’infraday: finché le quotazioni stazionano sopra 2.450 l’impostazione è decisamente rialzista e il superamento di 2.500 farebbe proseguire il rally con obiettivo 2.600 (resistenza intermedia 2.550). Sotto 2.450 correzione a 2.400/410.

BANCA FIDEURAM (PC 4.50)
Il sostenuto rally avviato a metà marzo ha portato le quotazioni sopra la trendline che accompagnava la discesa da dicembre 2002 fino a testare puntualmente la media mobile a 200 giorni in transito a 4.53/54 nella seduta di ieri. Finché le quotazioni stazionano sopra 4.33 il quadro di breve rimane decisamente rialzista ed è possibile il superamento della media mobile a 200 giorni che farebbe proseguire il rally con successivi obiettivi posti a 4.75, quindi il massimo dell’anno a 5.10. Un ritorno sotto 4.33 indebolirebbe l’impostazione tecnica del titolo con obiettivi avvierebbe un movimento correttivo a 3.95/4.00 dove dovrebbero tornare gli acquisti. Lo scenario rialzista verrebbe negato solo dalla violazione di quest’ultima area di sostegno.

Per l’infraday: finché le quotazioni stazionano sopra 4.45/47 il tono rimane rialzista e il superamento della media mobile a 200 giorni in transito a 4.53 farebbe proseguire la salita con obiettivo 4.65. Sotto 4.45 correzione a 4.37.

ALLEANZA ASS (PC 8.05)
Il titolo si muove in un ampio canale ribassista da dicembre 2001. Dopo aver toccato un minimo a 5.77 a ottobre 2002 è rimbalzato con forza per poi consolidare nell’ampia banda 6.50-8.50. Nelle ultime sedute il titolo si è riportato in prossimità dell’area di resistenza statica a 8.05/15 che dovrebbe contenere la salita. Sopra tale livello sarebbe possibile il raggiungimento della resistenza di lungo periodo a 8.45/55. Viceversa la violazione di 7.40 farebbe tornare la debolezza avviando un movimento ribassista verso i supporti statici posti a 7.00 e 6.50.

Per l’infraday: la corsa del titolo incontra la resistenza chiave a 8.15. Finché le quotazioni stazionano sopra 7.95 il tono rimane decisamente rialzista e sono possibili nuove accelerazioni a 8.15. Sopra tale livello possibile estensione del movimento a 8.35. Debolezza sotto 7.95 con correzione a 7.75/80.

TELECOM (PC 7.20)

Dopo aver toccato un minimo a 5.23 il 12.03.03 il titolo è rimbalzato con forza e nella seduta di venerdì ha superato la resistenza statica di lungo periodo a 7.10/15. Finché le quotazioni stazionano sopra tale area il quadro tecnico rimane rialzista ma solo il superamento della media mobile a 200 giorni in transito a 7.35/40 che farebbe proseguire il rally , con possibili estensioni a 7.56/65 dove ci sono forti ordini di vendita. Debolezza sotto 7.05 che proporrebbe il test della trendline rialzista di breve periodo in transito 6.88. Un deciso deterioramento del quadro tecnico si avrebbe al disotto di 6.65.

Per l’infraday: finché le quotazioni stazionano sotto 7.30 il tono rimane debole e sembra probabile la prosecuzione del movimento di congestione nell’intervallo 7.10/30. Sopra 7.35 ripresa del rally con obiettivo 7.50. Molto grave la violazione di 7.07/10.

(PC 4.27)

Dopo aver testato il minimo di giugno 2002 a 3.57 il titolo ha consolidato nella banda 3.70-4.13. Il recente impulso rialzista ha portato le quotazioni sopra l’area di resistenza a 4.05/07 fino al test della media mobile a 200 giorni in transito a 2.33. Il superamento di 4.05/07 determina un deciso miglioramento dell’impostazione tecnica del titolo e allontana i rischi di nuove discese verso l’area di supporto di lungo periodo a 3.60/70. Finché le quotazioni stazionano sopra 4.05/07 sono possibili nuove accelerazioni rialziste a testare 4.30/35. Oltre quest’ultimo livello il rally avrebbe come obiettivi: 4.50, quindi 4.75. Debolezza sotto 4.07 che farebbe ritracciare a 3.94 con estensioni a 3.80 dove dovrebbero tornare gli acquisti.

Per l’infraday: finché le quotazioni stazionano sopra 4.25 il tono è decisamente rialzista e sono possibili nuovi impulsi rialzisti a testare 4.33. Sopra tale livello, obiettivo del movimento 4.40. Sotto 4.25 correzione a 4.18.

STMICROELECTRONICS (PC 17.99)
Dopo le pesanti discese di dicembre e gennaio, che hanno portato le quotazioni a testare ripetutamente il forte supporto statico a 15.35/50, il titolo si è portato in gap up sopra la trendline ribassista che accompagnava la discesa, fino a toccare un massimo a 20.33 nella seduta del 21 marzo ’03. Per le prossime sedute potrebbe proseguire il movimento laterale tra l’importante area di supporto a 16.60/17.15 e 19.40/60 che sta caratterizzando l’andamento del titolo da diverse settimane.

Per l’infraday: finché le quotazioni stazionano sopra 17.80 il tono rimane decisamente rialzista con la possibilità di nuovi impulsi rialzisti a testare le resistenze statiche a 18.35/40 e 18.65/70. Possibile obiettivo della salita per la seduta odierna è 19.00/10. Debolezza sotto 17.70 che farebbe ritracciare a 17.50.

LEGENDA
i prezzi sono espressi in euro (€)
Brevissimo periodo: 1-2 giorni
PC: prezzo corrente, ovvero prezzo di mercato al momento dell’analisi
.
Momentum: indica la velocità/accelerazione del mercato “pesata” per i volumi.
Breve periodo: 2-10 giorni.
Medio periodo: 10-30 giorni.
Lungo periodo: oltre i 30 giorni.
mm: media mobile.

Il presente report dev’essere inteso come fonte di informazione e non può, in nessun caso, essere considerato un’offerta o una sollecitazione all’acquisto o alla vendita di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo studio sono frutto di notizie e opinioni che possono essere modificate in qualsiasi momento senza preavviso.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours clicca su Borsa Italiana

Analisi a cura di: Giuliano Sarricchio, Ufficio Analisi Tecnica – Gruppo Banca Sella.